Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

“Festival della canzone ascolana”: il sipario è pronto ad alzarsi

ASCOLI - Domani, sabato 13 aprile, al Teatro Ventidio Basso l'attesa serata in cui si sfideranno le dieci canzoni finaliste. Sul palco numerosi ospiti
...

Il Teatro Ventidio Basso

 

Domani, sabato 13 aprile, alle ore 21 scocca l’ora della 19esima edizione del “Festival della canzone ascolana”. Appuntamento al Teatro Ventidio Basso, dove al termine della serata verrà proclamato il vincitore.

La gara si preannuncia affascinante e incerta con gli autori e gli interpreti che per mesi hanno elaborato e preparato testi e musiche di brani inediti, canzoni in rigoroso dialetto ascolano che la commissione ha scelto tra le tante pervenute.

Tra gli ospiti della serata, condotta da Gabriele Brandozzi, affiancato da Ilaria Buccheri e Flavius, saliranno sul palco Angelo Carestia, Valentina Manni, I Piceni Pizzicati, Magda White e tre talentuosi giovani cantanti ascolani: Giorgia De Santis (in arte Desagio), Marta Giannelli, Lorenzo Zucchetti.

Oltre ai vincitori del Festival, saranno consegnati anche quest’anno il “Premio Bruno Ferretti” per il miglior testo e il  “Premio Ivan Graziani”. 

 

I FINALISTI

 

“Lu Gnorri” – Bruno Sirocchi
“L’uogghie de liva” – Giuseppe Scarpellini
“L’Asculà tutte quande po’ Ballà”- Chiara Lanciotti
“Mambo ascolano” – Edy Mercuri
“Come tira stà cantina”- I ragazzi della cantina
“Lu Mare” – “Opera Acustica”(Barbara De Angelis Maurizio Travaglini)
“St’amore Asculà” – Enzo Titta
”Te vògghié fá ‘nnammerà”- Luigi Coccia
“Ascule mié domilaciénte” – Roberto Cruciani
“A Compagnia”- Giuseppe Seghetti


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X