facebook rss

Violenta rissa tra due donne in Via Verdi: intervengono Polizia e 118

ASCOLI - Il personale del 118, in questo periodo in particolare, è spesso chiamato ad intervenire per comportamenti violenti, esagitati e spesso con qualcuno che finisce ferito al Pronto Soccorso, rischi per gli stessi operatori e risorse distolte da potenziali vere emergenze
...

 

 

Due donne se le sono date di santa ragione, nella serata di oggi, 3 luglio, ad Ascoli in Via Verdi a Porta Cappuccina.

Ancora sconosciuti i motivi della violente rissa che ha richiamato l’attenzione di tutto il quartiere, i cui residenti hanno dato l’allarme al 112.

E’ stato necessario l’intervento di una pattuglia della Polizia di Stato per separare le due che, rimaste ferite, oltre che su di giri, sono state affidate alle cure degli operatori sanitari del 118. Un delle due, una 30enne, è stata trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli.

 

Il personale del 118, in questo periodo in particolare, è spesso chiamato ad intervenire per situazioni del genere, dove uomini – ma anche donne a quanto pare – sotto evidente effetto di alcol o sostanze stupefacenti si lasciano andare a comportamenti violenti, esagitati e spesso con qualcuno che finisce ferito al Pronto Soccorso.

Gli stessi operatori del servizio emergenza capita che corrano dei rischi personali, come è accaduto tre giorni fa, ad Ascoli centro, per un uomo soccorso perché aveva avuto la peggio in una rissa. Era molto agitato ed ha creato trambusto all’interno dell’ambulanza. 

In quel caso sono intervenuti i Carabinieri.

E capita che questi stessi operatori sanitari debbano correre e basta, per persone a terra, non si sa se vive o morte, per poi scoprire che sono solo ubriache. Ma intanto la macchina dei soccorsi deve mettersi in moto, togliendo risorse a potenziali vere situazioni di pericolo.

m.n.g.

Medico, infermiere e autista della Potes del 118 aggrediti da un paziente davanti al “Mazzoni”

Equipaggio della Potes del 118 aggredito da ubriachi: notte di paura a Porto d’Ascoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X