Quantcast
facebook rss

Ennesima spaccata
alla “Siriogrill”, l’area di servizio
prediletta dai ladri

ASCOLI - I malviventi stavolta hanno agito poco dopo l'una di notte eludendo ancora una volta allarmi e videosorveglianza. Presa di mira la costruzione dove si trovano bar e tavola calda. Sul posto la Polizia stradale
...

L’area di servizio meta preferita dei ladri che ogni volta razziano sigarette, gratta e vinci e denaro contante

Incredibile, ma vero. I ladri sono tornati a colpire ad Ascoli, all’area di servizio “Siriogrill Piceno Nord”, lungo la corsia mare-monti della superstrada. Ancora un blitz, ancora una spaccata, ancora un furto, ancora nessuna traccia dei responsabili. Le forze dell’ordine – stavolta è intervenuta una pattuglia della Polizia stradale di Ascoli – non sono evidentemente ancora riuscite a individuare quella che a questo punto può essere solo una banda specializzata in questo tipo di colpi.

L’ingresso di “Siriogrill Piceno Nord”

Banda probabilmente è formata da diverse persone, alcune delle quali rimarranno forse all’imbocco dell’area di servizio, pronti a segnalare ai compari eventuali ingressi di vetture provenienti da est.

Anche questa volta – era da poco passata l’una – i ladri hanno rotto la porta d’ingresso di vetro e, una volta all’interno, con la solita tecnica, hanno asportato sigarette, gratta e vinci e denaro contante. La “Siriogrill” sta battendo un record (negativo) con almeno sei – ma forse sono sette – colpi messi a segno in meno di un anno e mezzo di vita (l’area di servizio, che si trova nel territorio comunale di Maltignano, venne inaugurata nel luglio 2016) compresi quelli, sempre con scasso, al self service delle pompe di carburante. A quanto pare sono liberi di agire riuscendo a eludere puntualmente impianto di allarme e videocamere di sorveglianza.

Ancora un furto nella zona industriale Il video dei banditi in azione

Area di servizio come un bancomat per i professionisti della spaccata


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Gian Maria Di Biase il 10 Dicembre 2017 alle 21:05

    Ma come cazzo si fa……….

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X