facebook rss

“Sacra 2018”
rivoluziona il traffico:
come muoversi
per evitare code

GROTTAMMARE - Importanti modifiche alla viabilità sulla Statale Adriatica per il corteo storico di domenica 1 luglio. Due i percorsi alternativi consigliati dalla Polizia Municipale

Figuranti in attesa dello sbarco a Grottammare

Statale Adriatica interdetta al traffico, studiati due percorsi alternativi per bypassare Grottammare nella serata di domenica 1° luglio.

Il comando di Polizia locale ha emesso questa mattina l’ordinanza relativa alla sospensione della circolazione stradale in occasione del corteo storico della “Sacra 2018”, al quale prenderanno parte 700 persone: domenica sera attraverseranno in due punti distinti la Ss16 (all’altezza dell’incrocio con la Valtesino e in zona centro), percorrendone anche un breve tratto in via F.lli Rosselli, in un arco orario compreso tra le 22 e mezzanotte circa.

In generale, dal punto di vista della viabilità, la manifestazione si svolgerà con la collaborazione della Polizia stradale e dei comandi di polizia locale dei Comuni confinanti, sia a sud (dove però c’è l’alternativa del lungomare), che, soprattutto, a nord. La comunicazione dell’interruzione, infatti, verrà segnalata sia all’ingresso nord di Cupra Marittima, sia nei pressi del casello autostradale di Pedaso.

Un percorso alternativo devia il traffico da Grottammare nord (all’altezza di via Dei Pini) a Grottammare sud (rotonda casello autostradale) e viceversa, bypassando il nucleo centrale cittadino: tempo di percorrenza 13 minuti circa, 6,7 chilometri). Un secondo percorso alternativo è dedicato al traffico che si origina oltre il nucleo abitato del centro e cioè da Cupra Marittima nord (zona Santi) a Grottammare sud (rotonda casello autostradale) e viceversa: tempo di percorrenza circa 40 minuti, 31,4 chilometri.

Come specificato nell’ordinanza, i divieti e gli obblighi previsti “non si applicano ai veicoli adibiti al servizio di polizia, antincendio e pronto soccorso, nonché a quelli specificatamente autorizzati dall’organizzazione o dagli organi di polizia preposti alla vigilanza in relazione a specifiche, urgenti ed indifferibili esigenze”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X