Quantcast
facebook rss

Si sale a 2.000 metri,
alla ricerca dei sogni
In cima c’è il Lago di Pilato

MONTEMONACO - Domenica 30 giugno il Festival dell'Appennino fa tappa in uno dei luoghi più suggestivi dei Sibillini. Partenza alle 7,30 da Foce, poi una volta arrivati in loco il recital dedicato a Cecco d'Ascoli e la presentazione del "libro del comando"
...

Sarà sicuramente uno dei momenti clou dell’edizione 2019. La tappa che vedrà il Festival dell’Appennino toccare il lago del mito, il luogo dei mille misteri sulle cui rive leggenda narra si invocava il male. Non solo lo spettacolo, ma anche la suggestione di posti magici, impressi a forza nell’immaginario collettivo della popolazione picena. Il lago di Pilato, che ogni anno si colora di rosso sangue (in realtà grazie al chirocefalo, un piccolo mollusco che vive solo qui), sarà la meta dell’escursione di domenica 30 giugno con partenza alle 7,30 da Foce di Montemonaco e arrivo in loco previsto tre ore più tardi.

Il lago di Pilato

Un grande classico dell’escursionismo di casa nostra, consigliato però solo alle persone più allenate vista anche la giornata molto calda prevista e il dislivello in salita di 1.000 metri.
Verso il lago biblico” è il titolo della giornata, che prevede diversi step. Una volta giunti sul posto ci sarà la presentazione de “Il libro del comando e il Lago di Pilato” a cura di Aps Libero Spirito, seguito dalla performance di Giuseppe Caggiula (voce) e Federico Bracalente  (violoncello) “Cecco D’Ascoli, poeta e astrologo”, dove la lettura dell’Acerba sarà accompagnata dalle musiche di Bach.
Dopo il rientro a Foce, con pranzo possibile nelle strutture convenzionate, spazio al reading teatrale in lingua inglese “The starry cave” (“La grotta della Sibilla”) fissato per le 14,30 e all’allegria musicale Piceni Pizzicati (ore 15,15), che propongono balli popolari del centro sud, tra cui la pizzica.

Lu. Ca.

Grotte, misteri e l’incanto del Lago di Pilato Festival dell’Appennino, la rima più bella: natura uguale cultura

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X