facebook rss

Minacciò moglie e figlio
con il fucile e partì un colpo:
pensionato condannato a 4 anni

ASCOLI - I fatti risalgono al 14 agosto dello scorso anno in un'abitazione di Roccafluvione. L'uomo fu poi disarmato ed arrestato dai Carabinieri

Il fucile sequestrato dai Carabinieri con il quale l’uomo ha minacciato moglie e figlio

Quattro anni di carcere. È stata questa la sentenza dei giudici nel processo a carico del pensionato di Roccafluvione di 74 anni accusato di tentato omicidio dopo che, il 14 agosto scorso, minacciò i propri congiunti con un fucile al termine di una lite. Fu il figlio a disarmare il padre anche se durante la collutazione partì un colpo che per fortuna non colpì nessuno.

Ad intervenire sul posto furono i Carabinieri di Venarotta e quelli della Compagnia di Ascoli che ristabilirono la calma ponendo l’anziano agli arresti domiciliari a casa di un parente. La sentenza è stata emessa nel pomeriggio dal collegio presieduto dal giudice Carlo Calvaresi (Matteo Di Battista e Claudia Di Valerio a latere).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X