facebook rss

A14, lavori in corso fino al 25 luglio
Poi sospensione fino a settembre

IL TRATTO TRA SAN BENEDETTO E PEDASO è diventato in incubo per migliaia di automobilisti, costretti nel migliore dei casi a sorbirsi chilometri di code. Restano però solo tre giorni di disagio, visto che dal 26 luglio gli interventi in loco si fermeranno. Una boccata d'ossigeno anche per la vicina Statale che risulta spesso congestionata

di Maria Nerina Galiè

“Due chilometri di coda al 302” della A14, segnalati dal tabellone luminoso giovedì 18 luglio, sono quasi una buona notizia per gli automobilisti da un anno alle prese con code e rallentamenti ormai tipici del tratto piceno dell’importante arteria stretta tra il mare e la collina. Unisce il nord e il sud dell’Italia ma è a due sole corsie, in entrambe le direzioni, spezzettate a intermittenza da restringimenti e scambi di carreggiata da agosto dello scorso anno. Prima per i lavori di ripristino della galleria Castello, rovinata dall’incendio di un tir ad agosto dello scorso anno. Poi per “interventi obbligatori previsti dalla normativa europea e nazionale su tutte le gallerie della rete di lunghezza superiore ai 500 metri”.  Restano però solo tre giorni di disagio, da martedì 23 luglio a giovedì 25 compreso. Dal mattino di venerdì 26 luglio infatti i cantieri verranno sospesi per essere riattivati solo i primi di settembre.

Un sospiro di sollievo per gli avventori, abituali o in vacanza, costretti a fare lo slalom tra birilli e frecce luminose, se va bene, o a rimanere incolonnati per ore in caso di incidente seppure di lieve entità. L’ultimo episodio risale a mercoledì 17 luglio (qui l’articolo), quando l’impatto tra un mezzo pesante e due automobili ha bloccato per l’intero pomeriggio il tratto autostradale tra San Benedetto e Porto San Giorgio, con una coda di 8 chilometri. Questo nonostante da settimane i punti nevralgici del cantiere siano presidiati da carri per il soccorso atti a rimuovere nel più breve tempo possibile i mezzi incidentati ed agevolare i soccorsi, sistemi antincendio per anticipare il lavoro dei vigili del fuoco e squadre di operai pronti ad aprire le corsie interessate dai lavori, in caso di incidente o code superiori a 3 chilometri.  Nessun ferito grave nell’impatto di mercoledì per fortuna, ma un ulteriore motivo di “sconforto” per vacanzieri e residenti, le cui abitazioni si affacciano sulla Statale da Grottammare a Pedaso, dove si è riversata buona parte del traffico. E che non avevano dormito la notte precedente per il gran via vai di camion.

Un incidente sulla A14

Una nota del 15 luglio di Autostrade per l’Italia recitava: “Per programmati lavori di pavimentazione, previsti in orario notturno, a ridotta circolazione di veicoli, dalle ore 22 di martedì 16 alle 6 di mercoledì 17 luglio, sarà chiuso il tratto compreso tra Pedaso e Grottammare, in direzione Pescara/Bari. Dopo l’uscita obbligatoria alla stazione di Pedaso, si consiglia di proseguire sulla Statale 16 Adriatica con rientro sulla A14 alla stazione di Grottammare”. Del resto i lavori sono obbligatori in ragione del decreto legislativo 264 del 2006. E “non hanno assolutamente nulla a che vedere con le opere di ripristino effettuate in seguito all’incidente verificatosi nella Galleria Castello il 28 agosto 2018 e conclusesi lo scorso 8 febbraio”, ha ribadito la Direzione del Settimo Tronco con un comunicato del 4 luglio, in risposta agli attacchi subiti dopo un altro incidente avvenuto il giorno prima, nel quale è intervenuta anche l’eliambulanza.
“La Direzione di Tronco di Pescara -scrivono ancora- evidenzia che le misure attuate per agevolare i flussi rispondono pienamente alla normativa ed eventuali incidenti che possono verificarsi sulla rete non hanno alcuna relazione con la presenza dei cantieri. I lavori in corso nei giorni feriali sono opportunamente segnalati secondo le indicazioni previste dalla normativa, anche con pannelli fissi di segnaletica integrativa in avvicinamento all’area interessata dagli interventi. I cantieri, come già comunicato su diversi canali di informazione, sono stati già sospesi durante i fine settimana dal 14 giugno dal venerdì mattina fino al lunedì sera, per agevolare il traffico pendolare e assecondare la ripartenza del traffico pesante”.

Autostrada A14 da incubo, otto chilometri di coda per un normale incidente

Autostrada di nuovo in tilt Torna l’incubo delle code: al minimo tamponamento scoppia il caos

Doppio incidente: mattinata infernale sulla A14, code anche di 6 chilometri


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X