facebook rss

Avverte la Polizia in tempo:
donna mette in fuga
il marito violento

ASCOLI - Il 45enne polacco aveva già ricevuto il divieto di avvicinamento a moglie e figlie, ma si è ripresentato a casa dopo neanche 24 ore. Rintracciato vicino allo stadio "Del Duca" in stato confusionale. Ora è ai domiciliari

Riceve il divieto di avvicinamento a moglie e figlie ma si ripresenta a casa dopo neanche 24 ore, pronto a mettere in atto nuovamente maltrattamenti, violenze fisiche e vessazioni psicologiche. Per fortuna la stessa moglie, poco prima che l’uomo, un 45enne polacco, desse sfogo ai propri istinti bestiali, è riuscita ad avvertire la Polizia con una provvidenziale chiamata al 113. Un gesto che ha provocato la fuga del marito. Ciò nonostante gli uomini in divisa sono riusciti a rintracciare il fuggitivo dopo qualche ora, intento a vagare nei pressi dello stadio “Del Duca”. Sul momento l’uomo ha manifestato scarsa lucidità e deliri autolesionisti, tanto che si è deciso per un suo ricovero psichiatrico.

Il personale specializzato della Polizia, in applicazione delle recenti disposizioni emanate con il decreto legge “Codice rosso”, nel giro di poche ore ha raccolto gli elementi probatori consentendo così alla Procura della Repubblica di chiedere un aggravamento della misura coercitiva a carico del cittadino polacco. Il Gip di Ascoli, valutando concreta la possibilità di recidiva di comportamenti violenti dell’indagato, ha emesso la misura cautelare della custodia in carcere, ritenendo la stessa l’unica idonea per tutelare l’incolumità della donna e delle sue figlie minorenni vittime. L’uomo, che da lunedì era in custodia nel carcere di Marino del Tronto, è stato posto agli arresti domiciliari per seguire un programma rieducativo.

 

Picchiava moglie e figlia: spunta un altro orco, ma interviene la Polizia


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X