facebook rss

Anna Casini: «Dalla Regione
tre milioni per i disoccupati,
ma l’Inps non paga»

ASCOLI - Anche la vice presidente striglia l'Istituto nazionale della previdenza sociale: «I dipendenti regionali si sono impegnati al massimo per utilizzarle e poi ci scontriamo con le procedure che impediscono ai lavoratori di essere compensati. Le liquidazioni sono di competenza dell'Inps che viene pagato proprio per questa funzione»

Anna Casini

Si allarga il fronte istituzionale contro i ritardi dell’Inps nel pagamento delle borse lavoro over 30. Dopo il vice presidente del Consiglio regionale, Piero Celani (leggi l’articolo), anche la vice presidente della Regione, Anna Casini scende in campo: «Chi lavora -afferma- deve essere pagato e mi auguro che l’inps recuperi il prima possibile i ritardi. Mi preme ricordare che 3 milioni di euro nel Piceno a favore dei disoccupati non sono mai stati stanziati e che anche se con un inaccettabile ritardo arriveranno. La Regione ha reperito le risorse, i dipendenti si sono impegnati al massimo per utilizzarle e poi ci scontriamo con le procedure che impediscono ai lavoratori di essere compensati. Le liquidazioni sono di competenza dell’Inps che viene pagato dalla Regione proprio per questa funzione». Anche tra i funzionari regionali c’è un grandissimo malumore per quello che è successo visto che, tra il ping pong di convenzioni, procedure e tracciati, soltanto il 14 novembre scorso è arrivata dall’Inps la fumata bianca. Ora gli informatici sono al lavoro no stop per cercare di far partire prima possibile i bonifici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X