facebook rss

Il blitz antidroga nella movida:
Il sindaco Piunti si congratula
con i Carabinieri,
Core di “Occhio Amico”
chiede più forze dell’ordine

SAN BENEDETTO - Tiene banco l’azione dell’Arma e della Guardia di Finanza messa in campo sabato notte nel centro della città. Il ministro dell’Interno Lamorgese aveva sollecitato i prefetti ad aumentare questo genere di controlli. Per questo ce ne saranno altri. Il primo cittadino scrive al comandante della locale Compagnia dell'Arma. Il presidente dell'associazione civica di Porto d'Ascoli: «Il progetto completo per la videosorveglianza stenta a decollare, ma ci faremo sentire con un'iniziativa mirata»
Print Friendly, PDF & Email

di Marco Braccetti

“Meno chiacchiere, più distintivi”. Potremmo riassumere così (modificando un po’  la celebre frase del film “Gli intoccabili”) il pepato appello rivolto al mondo politico locale da Antonio Core: presidente di Occhio Amico Pd’A. Un’associazione civica che, da anni, è impegnata in Riviera, con l’obiettivo di migliorare decoro e sicurezza urbana.

Core interviene commentando il blitz antidroga messo a segno da Carabinieri e Guardia di Finanza e scattato alla mezzanotte di sabato scorso. Un blitz per il quale sono arrivati i complimenti del sindaco Pasqualino Piunti, e che sembra rientrare in una strategia più amplia, dettata direttamente dal Ministero dell’Interno.

Antonio Core di “Occhio “Amico Pd’A”

Ma proseguiamo con ordine, tornando alle parole del presidente Core: «Notizie del genere ci rendono felici perché vuol dire che c’è controllo sul territorio. Le Forze dell’ordine sono sempre sul pezzo, nonostante le carenze d’organico che non si riescono a sbloccare. Per questo, ci piacerebbe che i nostri politici, oltre a fare chiacchiere su chi organizza il Natale migliore, iniziassero a spendere qualche parola ed a fare qualcosa di concreto affinché il personale in divisa che tutela la Riviera possa avere più uomini e mezzi». Il riferimento è al recente scambio di battute che ha visto protagonisti da un lato il consigliere regionale Fabio Urbinati e, dall’altro, gli assessori sambenedettesi Pierluigi Tassotti e Annalisa Ruggieri.

Secondo il leader di Occhio Amico Pd’A, il fenomeno droga (spaccio e consumo) è presente in Riviera, ma comunque a suo dire non desta particolare preoccupazione: «C’è come c’è in tanti altre città – rimarca ancora Core – non penso ci sia un problema particolarmente eclatante ma, comunque, se tale fenomeno non è ancora esploso in maniera eclatante è anche grazie al lavoro degli uomini e delle donne delle forze dell’ordine, come i carabinieri guidati dal comandante Vanni. Tutti loro, nonostante siano pochi, sono tutti davvero ingamba e, per certi versi, ci salviamo grazie a questo. Qualcuno pensa che la presenza sul territorio sia data solo dalla macchina di servizio che passa coi lampeggianti. Ma ci sono anche persone che lavorano in ufficio, che fanno intercettazioni o controlli in borghese. Ci sono indagini che vanno avanti anche mesi, o anni, e poi alla fine ottengono risultati. Tanto di cappello e rispetto assoluto per le forze dell’ordine – aggiunge – meno rispetto per chi fa chiacchiere e non s’impegna come potrebbe per migliorare la pubblica sicurezza. Mi riferisco al progetto completo per la videosorveglianza che ancora stenta decollare dagli uffici municipali di San Benedetto. Ma su questa vicenda ci faremo presto sentire con una iniziativa mirata».

Il sindaco Piunti

Sul contrasto agli stupefacenti ci si sta muovendo ai massimi livelli dello Stato. Lo stesso ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in un’intervista al quotidiano “la Repubblica” pubblicata pochi giorni fa, aveva detto: «So che serve assicurare la piena fruibilità degli spazi pubblici, a cominciare da quelli esposti al degrado ed alle attività illegali, tra le quali spiccano i reati in materia di stupefacenti, che hanno segnato negli ultimi anni un trend in crescita sul territorio nazionale e che vedono sempre più coinvolte le fasce adolescenziali. Ho chiesto a tutti i prefetti di dare maggiore impulso all’azione sul territorio. Devo però aggiungere, però, che anche la famiglia e la scuola hanno un ruolo fondamentale in questa partita». Dunque è facile prevedere che l’azione delle Forze dell’Ordine proseguirà con controlli mirati anche nell’immediato futuro, soprattutto ora che ci avviciniamo alle festività di fine anno.

Il capitano dei Carabinieri Marco Vanni

Intanto, con una nota ufficiale rivolta al capitano Marco Vanni (comandante della Compagnia Carabinieri di San Benedetto) il sindaco Pasqualino Piunti si congratula per l’azione attuata dall’Arma lo scorso weekend: «A lei e al personale da lei coordinato – ha scritto il primo cittadino – giungano le congratulazioni più sentite per la brillante ed efficace operazione condotta nella notte tra sabato e domenica che, oltre a restituire serenità ai residenti, ha ribadito come la città di San Benedetto sia costantemente al centro dell’attenzione delle forze dell’ordine impegnate ad assicurare la tranquillità della civile convivenza e a stroncare ogni tentativo di violare la legge, soprattutto sul fronte, così importante per il futuro delle nuove generazioni, della lotta allo spaccio e al consumo degli stupefacenti».

Il blitz antidroga nella movida: c’è scappato anche un arresto, in manette spacciatore di 18 anni

Il blitz antidroga nella zona della movida Denunce e segnalazioni dei Carabinieri che sequestrano cocaina, hashish e marijuana

Blitz antidroga nel cuore della movida, arrivano Carabinieri e Finanza (Le foto)

Allarme droga a San Benedetto Un centro “stupefacente” «Droga dilagante nella movida»

A spasso nella pineta dello sballo, un tranquillo sabato sera di devianza

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X