facebook rss

Stadio “Alessio Piccioni”,
chiusa una parte della tribuna
Ma la squadra combatte e vince (Le foto)

OFFIDA - Dopo il sopralluogo dei Vigili del fuoco, un'ordinanza del sindaco Massa rende off limits una porzione della tribuna. Intanto la squadra vince 4-3 il derby di Prima Categoria con la Cossinea. Il presidente Stracci: «Ringrazio i ragazzi e l'Amministrazione comunale»

foto e testo di Simone Corradetti

Importante passo avanti in classifica per l’Offida Calcio che nel girone D della Prima Categoria supera 4-3 la Cossinea in un vero e proprio derby considerando che molti giocatori della squadra ospite sono ex, o comunque di Offida. Ad assistere alla partita allo stadio “Alessio Piccioni” una bella cornice di pubblico nonostante ventiquattr’ore prima ci fosse stato il sopralluogo dei Vigili del fuoco di Ascoli che hanno evidenziato le numerose criticità della struttura, soprattutto il degrado, e quindi la pericolosità in cui versa la tribuna. In poche ore, però, l’Amministrazione comunale ha provveduto alla messa in sicurezza dell’impianto sportivo con una recinzione che isola le zone più a rischio per l’incolumità degli spettatori.

Il sindaco Luigi Massa, ha emesso un’ordinanza che prevede “in via precauzionale, a salvaguardia della sicurezza pubblica, di consentire l’accesso agli spettatori esclusivamente nella porzione di gradinata” e conferma “la capienza a cento spettatori nella tribuna dello stadio”. Tutti ora attendono l’esito della perizia effettuata dai Vigili del fuoco che, come da prassi, in questi casi viene trasmessa alla Prefettura che poi potrebbe emettere un provvedimento amministrativo comunicandolo al primo cittadino.

Tornando al calcio giocato, grande soddisfazione per l’Offida Calcio per la vittoria ottenuta al termine di una gara molto tirata e ricca di gol. «Ringrazio i ragazzi e gli amministratori comunali – dice il presidente Giovanni Stracci – che hanno reso possibile di disputare la partita a porte aperte. Ora pensiamo alle prossime sfide da vincere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X