facebook rss

Impianti di Monte Piselli chiusi
Trenta (Foza Italia) accusa:
«Azzerare i vertici del Co.Tu.Ge»

ASCOLI - L'esponente forzista si appella al sindaco Marco Fioravanti: «La montagna rischia di morire, facciamo intervenire le due Regioni prevedendo uno stanziamento di 5 milioni di euro»

La seggiovia di Monte Piselli

Il caso degli impianti di Monte Piselli chiusi dopo l’ormai famoso ricorso al Tar (leggi l’articolo) dell’ex gestore Remigio Group scatena reazioni anche a livello politico dopo la presenza di posizione anche dei maestri di sci (leggi l’articolo). «Mi appello al sindaco Marco Fioravanti – dice l’esponente ascolano di Forza Italia, Umberto Trenta che è stato anche in passato anche al vertice della Pro Loco di San Giacomo – affinché proceda all’azzeramento degli attuali vertici del Co.Tu.Ge dopo la vicenda del ricorso e della stagione che rischia di non iniziare per niente.

Umberto Trenta

Chi ha deciso poi l’attuale assetto del Consorzio? Ritengo che sia necessario rilanciare il comprensorio di Monte Piselli dando vita ad un progetto che prenda spunto dalla mia legge “Limes” sui territori di confine chiedendo alle due Regioni, in primis quella Abruzzo che è presieduta da un esponente dello stesso partito del sindaco (il governatore Marsilio di FdI, ndr) di investire almeno 5 milioni di euro».

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X