facebook rss

Ascoli, il 4-0 di Benevento
é una mortificazione
che deve far riflettere

SERIE B - Contro la capolista la sconfitta più pesante dell'anno. Dopo una incoraggiante mezz'ora iniziale, la squadra di Zanetti si è sciolta come neve al sole. Ora la sosta, il campionato riprende il 18 gennaio con la trasferta di Trapani. Squadra in vacanza, al "Picchio Village" si ricomincia l'8 gennaio

Capitan Ardemagni due volte vicino al gol al “Vigorito”

di Bruno Ferretti

Perdere a Benevento contro la squadra che sta dimostrando di essere la più forte del campionato, ci può stare. Ma perdere con un punteggio così pesante… fa riflettere. Il 4-0 finale é davvero umiliante per l’Ascoli che era sceso a Benevento con ben altri propositi, dopo una settimana di bei propositi. E invece ha incassato la sconfitta più pesante dell’anno. Una vera mazzata difficile da digerire. É vero che gli ultimi due gol di Sau sono arrivati nel recupero, quando l’Ascoli era rimasto in dieci per l’espulsione di Andreoni. Ma é altrettanto vero che la squadra di Zanetti, dopo una prima mezz’ora incoraggiante, quando ha avuto un paio di opportunità per passare addirittura in vantaggio, si è disunita finendo per essere travolta.

I tifosi dell’Ascoli a Benevento

I 442 tifosi che hanno sfidato pioggia, freddo e vento per seguire la squadra del cuore anche nella trasferta più difficile, non meritavano una batosta così.
Il Benevento di Pippo Inzaghi, intanto, ha portato a 15 i suoi punti di vantaggio sul Crotone terzo, ipotecando con largo anticipo – a suon di record – la promozione in Serie A.

Per l’Ascoli l’unica consolazione è che, pur perdendo una posizione, é rimasto nella griglia playoff al fianco di Frosinone e Perugia, con il minimo vantaggio di un punto sulle inseguitrici Pescara, Salernitana e Chievo. Adesso il campionato di Serie B si ferma. La sosta sarà utile per riprendere fiato e chiarirsi le idee anche in sede di mercato.

Si ripartirà sabato 18 gennaio con la prima di ritorno: l’Ascoli giocherà a Trapani penultimo in classifica. Sulla panchina dei siciliani da due settimane siede  l’ex bianconero Castori, un combattente. Sarà un’altra, dura, battaglia. Gli allenamenti riprenderanno invece mercoledì 8 gennaio (ore 15) al “Picchio Village”.

Il ds Tesoro: per lui in arrivo un periodo di grande lavoro

Il presidente Neri e il patron Pulcinelli al “Vigorito” prima del 4-0

Pagelle Ascoli: Ardemagni vicino al bersaglio, Da Cruz é troppo individualista


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X