facebook rss

I terreni sono ok, via libera
al nuovo Ospedale del Piceno

ASCOLI - L'annuncio del presidente della Regione, Luca Ceriscioli: «Gli esiti delle valutazioni tecniche reputano la proposta idonea, considerate le caratteristiche geografiche, urbanistiche, geomorfologiche, di accessibilità, la dotazione infrastrutturale e la sicurezza dal punto di vista idrogeologico». Ora la palla passa ai Comuni che dovranno modificare il Piano Regolare Generale

L’area individuata per il nuovo ospedale tra i territori di Spinetoli e Colli del Tronto

di Renato Pierantozzi

Non sembrano esserci più ostacoli, almeno di natura tecnica legata al sito scelto, per la realizzazione della nuova struttura ospedaliera del Piceno che sorgerà a Pagliare del Tronto, tra i Comuni di Colli del Tronto e Spinetoli. Si sono concluse positivamente, infatti, le verifiche di idoneità geologica e ambientale del sito individuato dalla Conferenza dei sindaci dell’Area Vasta 5 (leggi l’articolo) nella seduta del 2 agosto del 2018 con 17 voti favorevoli, 4 astenuti e 7 contrari. «Gli esiti delle valutazioni tecniche – spiega il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – reputano la proposta idonea, considerate le caratteristiche geografiche, urbanistiche, geomorfologiche, di accessibilità, la dotazione infrastrutturale e la sicurezza dal punto di vista idrogeologico.

Luca Ceriscioli

Una località strategica dal punto di vista logistico e non solo. È infatti collegata direttamente alla “Ascoli-mare” e in prossimità della linea ferroviaria Ascoli-San Benedetto. Le ultime rilevazioni riguardanti le falde acquifere hanno confermato il superamento delle apparenti criticità legate a inquinanti, con la revoca delle diffide nei confronti dei proprietari dei fondi interessati da parte della Provincia di Ascoli Piceno. Il nuovo ospedale garantirà ai cittadini del Piceno servizi e prestazioni migliori – continua il presidente – e permetterà di realizzare una struttura per acuzie che dialogherà con i due nosocomi di Ascoli e San Benedetto del Tronto, che verranno riqualificati con adeguati investimenti».

L’area proposta dai Comuni di Spinetoli e Colli del Tronto, che si trova nella zona del noto ristorante “Il Morrice”, ha una superficie complessiva di 37 ettari, a prevalente destinazione agricola. Ora la palla proprio ai due enti locali che dovranno fare una variante al Piano regolatore per poter ospitare la struttura sanitaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X