facebook rss

Arrestato 33enne di Roccafluvione:
era fuggito dopo lo schianto
sulla Circonvallazione

ASCOLI - Rintracciato dai Carabinieri, oggi il Tribunale ha convalidato l'arresto e disposto i domiciliari. Aveva abbandonato l'auto allontanandosi a piedi dopo il frontale con una Toyota con a bordo due steward finiti in ospedale

E’ durata meno di 24 ore la fuga dell’uomo che è fuggito dopo lo scontro frontale tra la sua Fiat Panda e una Toyota, con a bordo due steward di ritorno da un servizio svolto a Roma. L’episodio è accaduto intorno alle 3,30 del 21 febbraio lungo la Circonvallazione di Ascoli, all’altezza del bivio di Croce di Tolignano.

A finire in manette è stato un 33enne residente a Roccafluvione, fermato nella tarda serata di ieri, dopo poco meno di ventiquattr’ore, dai Carabinieri di Ascoli che sono risaliti a lui dalla Panda che aveva abbandonato in mezzo alla strada per allontanarsi a piedi. Il mezzo appartiene a una persona della sua famiglia.

Oggi, 22 febbraio, è arrivata la convalida dell’arresto da parte del Tribunale di Ascoli che ha disposto per lui i domiciliari. Dovrà ora rispondere di “omissione di soccorso” e “fuga dopo sinistro con lesioni”. Nell’incidente, il passeggero della Toyota è rimasto seriamente ferito tanto che è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Il collega, che si trovava alla guida, ha invece riportato ferite di lieve entità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X