facebook rss

Sos dalla Locanda
del Terzo Settore:
«Doniamo un pc ai ragazzi»

SPINETOLI - Erano stati citati dal presidente Mattarella nel discorso di fine anno come esempio di integrazione e poi ricevuti dal Papa. Ora l'isolamento imposto dalla quarantena per il Coronavirus rischia di vanificare tre anni di lavoro

di Renato Pierantozzi

Dopo aver portato il loro messaggio di integrazione (“Quando perdiamo il diritto di essere differenti perdiamo il privilegio di essere liberi” inciso su una sedia) al presidente Mattarella (leggi l’articolo) e poi a Papa Francesco (leggi l’articolo), questa volta i ragazzi della Locanda del Terzo Settore “Centimetro Zero” hanno invece bisogno della generosità di tutti noi. Perché, dopo tre anni dalla nascita della struttura di Pagliare del Tronto (Spinetoli) che li ha resi celebri ed attivi tra l’orto e il ristorante, rischiano di perdere tutto nell’isolamento imposto dalla quarantena che ha reso impossibile anche l’apertura della locanda. E per molti di loro, alle prese con disabilità più o meno gravi, le conseguenze sono drammatiche. Non chiedono un aiuto impossibile: fondi per acquistare un computer a testa in modo da rimanere collegati, anche se virtualmente, da casa. L’appello arriva direttamente dai ragazzi e da Emidio Mandozzi. «Questa emergenza che pesa enormemente su ognuno di noi, può avere un impatto ancor più traumatico sui nostri ragazzi -affermano dalla Locanda- Lo spaesamento, la solitudine e la mancanza della rete di relazioni faticosamente conquistate rischiano di minare i preziosi traguardi fin qui raggiunti in termine di autonomia, autodeterminazione e qualità della vita. E allora abbiamo bisogno di costruire nuovi ponti per non lasciare soli i nostri ragazzi, che meritano di continuare a formarsi e di mantenere il contatto vivo con la propria normalità. Vi chiediamo perciò di aiutarci: non potete venire a cena ma potete contribuire, con una donazione, all’acquisto di computer per ogni ragazzo della locanda, in modo da darci la possibilità di creare per loro (speriamo il più temporaneamente possibile) uno spazio virtuale in cui continuare a prenderci cura della loro formazione personale e professionale, per farli tornare più forti e carichi che mai!» Per donare è possibile fare un bonifico (iban IT66T0306909606100000131665) intestato a “Centimetro zero Doc. Coop. Sociale ONLUS”. Per le imprese il contributo rientra nelle erogazioni liberali con una detrazione d”imposta pari al 30%


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X