Quantcast
facebook rss

Attività commerciali nel mirino,
a San Benedetto si intensificano i controlli

EMERGENZA CORONAVIRUS - Dopo ripetute segnalazioni, il sindaco Piunti ha chiesto un ulteriore giro di vite nei confronti di chi si rifornisce presso i distributori automatici e dei titolari
...

A San Benedetto nei giorni scorsi il sindaco Pasqualino Piunti aveva inviato un messaggio alle associazioni maggiormente rappresentative del settore commercio per evidenziare che le attività di commercio effettuato per mezzo di distributori automatici vanno considerate “alla stregua di un attività commerciale in sede fissa e quindi tra quelle che devono restare chiuse poiché, per via delle dimensioni dei locali, non può essere garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro”. Il sindaco invitava le associazioni “ad intervenire presso i titolari di queste attività consigliandone la chiusura poiché saranno oggetto di controllo e quindi sanzionate”.

Siccome sono continuate ad arrivare segnalazioni sul persistere di comportamenti in violazione delle norme (assembramento e mancata distanza di sicurezza interpersonale) nei pressi di queste attività, Piunti ha attivato gli organi di controllo «affinché procedano a sanzionare, anche penalmente, non solo gli avventori ma anche i titolari, poiché, non essendo prevista per queste attività la presenza di personale, quest’ultimi non possono garantire la funzione di sorveglianza e garanzia delle misure da porre in atto».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X