Quantcast
facebook rss

Luciana Luciani, 90 candeline
per la super nonna
e bisnonna della Piazzarola

ASCOLI - Luciana Luciani nacque il 5 aprile 1930. Ha vissuto drammi e tragedie come la Seconda Guerra e, oggi, la pandemia del Coronavirus, ma anche momenti belli come il matrimonio con Guido, la nascita dei tre figli, il grande affetto di nipoti e pronipoti
...

Nonna Luciana oggi

Novanta anni e non sentirli. Nel fisico e, soprattutto, nell’animo. Luciana Luciani, quando nacque il 5 aprile 1930, non avrebbe mai immaginato di dover vivere drammi, tragedie, come la Seconda Guerra Mondiale e, oggi, la pandemia Covid-19. Ma anche momenti belli ed entusiasmanti come il matrimonio col marito Guido (a 97 anni ancora oggi al suo fianco), la nascita dei tre figli Carlo, Marco e Siro, fino al boom economico degli anni 60. Periodi storici che i giovani conoscono solo attraverso i libri, ma che Luciana ha vissuto in prima persona.

Nonna Luciana ieri, in una foto scattata in viale De Gasperi

Energica, solare e battagliera, come le vere ascolane sanno essere, si è impegnata per la riapertura della chiesa di Sant’Angelo Magno, cuore del quartiere della Piazzarla, chiusa dopo gli ultimi terremoti. Fino a raccogliere e consegnare al sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti, ben 500 firme di ascolani che ne sollecitavano la riapertura, e a scrivere al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, che a stretto giro di posta le rispondeva promettendo il massimo impegno. Commerciante, per alcuni anni ha avuto un negozio di merceria e cappelli vicino Piazza Agostino, Luciana fa parte della Confraternita della Buona Morte “Consorella Orazione e Morte” ed è stata volontaria all’emporio della Caritas all’ex seminario per tre anni.

Ascolana di forte impegno civile, alla fede per la religione Luciana ha accostato anche la passione per la politica, E’ stata, infatti, la prima donna (prese addirittura più voti del sindaco) eletta consigliere in uno dei sette Comitati di Quartiere, quello del Centro Storico, incarico che ricoprì per circa 10 anni, unica donna tra 15 consiglieri uomini: medici, senatori, ingegneri, avvocati e giornalisti. Durante il suo percorso politico, Nonna Luciana fece “vidimare” (oggi “protocollare”) due lettere, all’ufficio tecnico e al sindaco, con le richieste di provvedere all’illuminazione e alla sistemazione delle strade che vanno dall’istituto ex Magistrali alla Fortezza Pia, poiché malmesse e poco sicure non essendoci l’illuminazione. Tanta fu la sua determinazione che alle lettere seguì la convocazione del Consiglio comunale, una delibera e quindi la realizzazione di quei lavori.

Nonna Luciana davanti la chiesa di Sant’Angelo Magno alla Piazzarola

Figlia di Teresa Tosti, che prima della Seconda Guerra lavorava al Bachificio di Ascoli, a Trricella nello stabile dell’ex cereria, e del carabiniere Nicola Luciani, Luciana conobbe l’infermiere Guido Antonelli al vecchio ospedale dove lei sinrecava per accudire il padre malato, con il quale il 15 ottobre 2019 ha festeggiato i 70 anni di matrimonio e col quale vive nella Piazzarola.

Tanti auguri a Nonna Luciana dai figli Carlo, Marco e Siro; dalle nuore Bianca Maria, Francesca e Lisa; dai nipoti Maria Laura, Piergiorgio con la compagna Patrizia, Tatiana e Letizia con il marito Costantino; dalle pronipoti Andrea Chiara e Sophia, Martina e Michela.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X