Quantcast
facebook rss

Sisma, al via i piani attuativi
per nove frazioni da ricostruire

MONTEGALLO - Pubblicato l’avviso pubblico esplorativo volto all’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura per Astorara, Castro, Colle, Collefratte, Colleluce, Corbara, Fonditore, Interprete e Rigo. Il sindaco Fabiani: «Atto importante per la ricostruzione delle zone più colpite»
...

Si preannunciano rilevanti e positive novità sul fronte della ricostruzione per Montegallo, uno dei luoghi più colpiti dal terremoto. Il servizio Ufficio sisma del Comune ha infatti pubblicato l’avviso pubblico esplorativo volto all’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura per la redazione dei piani attuativi all’interno delle aree perimetrate di 9 delle 23 frazioni che compongono il vasto territorio  situato nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Le macerie di Colle (foto Vagnoni)

Si tratta di Astorara, Castro, Colle, Collefratte, Colleluce, Corbara, Fonditore, Interprete e Rigo, zone che hanno subito danni a strutture e abitazioni superiori al 90% e che presentano particolari caratteristiche dal punto di vista storico, culturale, paesaggistico e ambientale.

«E’ stato definito un atto molto importante e atteso per la rinascita della nostra comunità – dichiara il sindaco Sergio Fabiani-. Per ogni frazione si andrà a redigere un piano attuativo specifico per la ricostruzione con le relative linee guida da seguire per la riparazione delle lesioni riportate, la ricostruzione dell’edificato demolito e la realizzazione delle nuove opere di urbanizzazione».

«Penso -prosegue il sindaco- ai sottoservizi acquedottistici, alle fognature, alle linee elettriche, telefoniche e la banda larga. I professionisti incaricati avranno 180 giorni di tempo per la redazione dei piani attuativi che costituiscono preziosi strumenti urbanistici di pianificazione in grado di dare regole puntuali di dettaglio e fornire indicazioni tecniche essenziali per cittadini, imprese e operatori economici. Tra le attività propedeutiche di programmazione dei piani attuativi sono anche previste analisi di ascolto attivo attraverso incontri partecipativi con la popolazione. Ciò a dimostrazione di un percorso attento che guarda ad una pluralità di aspetti e dinamiche».

Sergio Fabiani (foto Vagnoni)

Entrando nel merito della procedura prevista nell’avviso pubblico, i soggetti interessati, in possesso dei requisiti e delle competenze richieste, dovranno presentare istanza di partecipazione entro le 13 di mercoledì 20 maggio. Quindi, in base alla normativa del decreto legge 189 del 2016, verranno sorteggiati 10 operatori da invitare a procedura negoziata. Il criterio di aggiudicazione è quello del minor prezzo in relazione all’importo complessivo interamente finanziato con ordinanza del Commissario di Governo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X