Quantcast
facebook rss

Svelato il Piano salvacommercio:
per l’inverno via libera ai dehors

ARENGO - L'articolato documento è stato illustrato alle associazioni di categoria Confcommercio, Confartigianato e Wap. Previsti contributi a fondo perduto e altre misure. Il sindaco Fioravanti: «Azione per il sostegno alla ripresa e al futuro del commercio, dell’artigianato e di tutte le attività produttive». Ecco i particolari 
...

I commercianti di Ascoli sotto Palazzo dei Capitani, durante una manifestazione passata

di Franco De Marco

E’ stato svelato nel dettaglio il piano salvacommercio di Ascoli nell’era Covid-19 elaborato dalla Giunta comunale.

Oggi il consulto, in web conference naturalmente, è stato con le associazioni di categoria (Confcommercio, Confartigianato e Wap) che hanno accolto positivamente l’iniziativa.

Si tratta di un piano molto articolato (sotto il piano integrale) per far fronte all’emergenza Coronavirus che si è abbattuta su un settore già in affanno prima del Covid-19.

L’Arengo prevede contributi a fondo perduto a tutte le attività che hanno subito la chiusura durante il lockdown. Il quantum sarà definito in seguito.

Sulla rimodulazione delle tariffe per i parcheggi si rimanda alla conclusione della trattativa con la Saba.

Per quanto riguarda il sostegno al pagamento degli affitti, oltre ad interventi diretti del Comune, e a quelli auspicati dello Stato e della Regione, si annuncia la proposta, al Governo, di un credito di imposta nei confronti dei proprietari di locali commerciali o artigianali.

Alla Regione saranno chieste deroghe, in base alle esigenze degli operatori, per saldi, vendite promozionali e sconti nel corso di tutto l’anno.

Anche per la stagione invernale, in sintonia con la Soprintendenza, si ipotizzano dehors – tornano i famosi dehors – per le attività del food davanti ai locali.

Tra il prossimo autunno e la primavera 2021 sarà varata una grande campagna nazionale e internazionale per promuovere il brand “Ascoli e le sue eccellenze”.

Insomma buone enunciazioni che dovranno essere riempite in seguito. Vedremo.

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti

«E’ un piano di azione  – commenta il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti  – messo in campo dall’amministrazione comunale per il sostegno alla ripresa e al futuro del commercio, dell’artigianato e di tutte le attività produttive».

«E’ articolato in trenta punti  – spiega il primo cittadino – che si muovono su tre differenti direttrici: nell’immediato, un sostegno all’emergenza economica, nel breve periodo la gestione dell’emergenza nella fase di adattamento e transizione e, nel medio periodo, un ripensamento del futuro della città, con scenari e visioni di progettualità.

L’asessore Nico Stallone

Il piano è stato condiviso non solo con l’assessore al commercio Nico Stallone e con tutta la Giunta, ma anche con i consiglieri di maggioranza e con i capigruppo, quindi anche la minoranza.

E’ frutto di numerosi incontri avuti in questo periodo con oltre duecento commercianti e rappresentanti di tutte le categorie: dal food ai viaggi, dall’estetica ai negozi, fino ad arrivare a ogni genere di attività presente nel nostro territorio.

La soddisfazione maggiore è arrivata dall’ampio consenso manifestato dai commercianti per questo programma di rilancio: in tanti hanno apprezzato la vicinanza mostrata dalla nostra amministrazione in questo periodo di profonda emergenza.

Vogliamo continuare su questa strada perché siamo convinti che solo collaborando e condividendo idee e progetti si possa davvero ripartire a livello economico e sociale».

Grande soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore al commercio Domenico Stallone.

«Abbiamo discusso degli interventi sulle tasse comunali. Abbiamo evidenziato l’importanza della sanificazione dei locali e della sicurezza delle persone attraverso l’utilizzo di dispositivi di protezione e la volontà di organizzare incontri di formazione con le associazioni di categoria.

E’ stato approfondito anche il discorso relativo ai varchi elettronici: sebbene qualcuno abbia manifestato la volontà di riaprire i varchi, si è ritenuto opportuno mantenere la situazione attuale per garantire un’implementazione degli spazi all’aperto a tutte le attività del territorio.

Ma abbiamo parlato anche della possibilità di concedere contributi da riutilizzare all’interno dei locali cittadini, degli eventi da organizzare in tutte le aree, anche quelle periferiche, della città e di molto altro ancora.

L’assessore Gianni Silvestri

Ringrazio il sindaco Marco Fioravanti, tutta la squadra della nostra amministrazione e anche l’ufficio Suap per il grande lavoro svolto nel redigere questo Piano di rilancio della nostra città».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il vice sindaco Gianni Silvestri.

«Il programma, così come predisposto, permetterà alle attività del nostro territorio di beneficiare di alcune importanti misure per la ripartenza post-emergenza. È fondamentale ripensare il futuro della nostra città condividendo ogni azione con i nostri cittadini: solo così sarà possibile guardare con rinnovata fiducia a un nuovo orizzonte delle Cento Torri».

ECCO IL PIANO SALVACOMMERCIO

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X