Quantcast
facebook rss

L’ex sindaco Castelli
chiede 100.000 euro
di risarcimento a Travanti

ASCOLI - La richiesta è stata avanzata nella costituzione di parte civile che è stata ammessa dal giudice Claudia Di Valerio. L'udienza è stata poi aggiornata al 23 novembre
...

di Renato Pierantozzi

Guido Castelli

Un post su Facebook può valere 100.ooo euro sotto forma di risarcimento danni? Secondo l’ex sindaco di Ascoli Guido Castelli sì. Se il post in questione è ritenuto diffamatorio dall’ex primo cittadino e dalla stessa Procura che ha mandato sotto processo (leggi l’articolo) l’ex assessore all’ambiente Claudio Travanti. Questa mattina si è aperto al Tribunale di Ascoli il processo di fronte al giudice Claudia Di Valerio.

Castelli, difeso dall’avvocato Cristian Schicchi, si è costituito parte civile nei confronti del suo ex delegato assistito invece dall’avvocato Saveria Tarquini accusato di diffamazione aggravata in base all’articolo 595 del codice penale. L’udienza è stata poi rinviata al 23 novembre alle 10,30 sempre di fronte al giudice Di Valerio.

Sotto accusa, come detto, è finito un post sul popolare social media risalente all’aprile del 2019 in cui Travanti, che è stato assessore nella giunta Castelli I fino al novembre 2012, commentava in modo implicito e alquanto “pepato” una precedente foto del sindaco in compagnia del comandante generale della Guardia di Finanza.

Castelli-Travanti, appuntamento in Tribunale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X