Quantcast
facebook rss

Mercoledì i funerali di Divo Coccia,
la disperazione dell’investitore:
«Non ricorda nulla»

MONTEPRANDONE - Le esequie si svolgeranno alle 10,30 nel piazzale del convento di San Giacomo. Il giovane ha confidato al legale di non essersi reso conto di aver colpito e ucciso una persona, ma di aver sbattuto contro un volatile o un oggetto
...

Divo Coccia

Un dramma nel dramma acuito dalla conoscenza di alcuni strettissimi familiari della vittima. E’ quello che sta vivendo il 27enne di Centobuchi che sabato pomeriggio ha investito ed ucciso il 59enne Divo Coccia (leggi l’articolo) in sella alla sua bici nei pressi dello svincolo della superstrada di Monsampolo (leggi l’articolo). Il giovane (leggi l’articolo), assistito dall’avvocato sambenedettese Edoardo Guidi, non ricorderebbe nulla dell’impatto fatale anche a causa dell’alterazione dovuta dall’alcol.

Al legale è apparso distrutto e disperato non capacitandosi ancora del fatto di non essersi fermato convinto di aver impattato contro un volatile o un altro oggetto. «Ho sentito una botta sul parabrezza, se mi fossi reso conto di aver investito una persona mi sarei fermato immediatamente», avrebbe confidato. Intanto questa mattina si è tenuta l’udienza di convalida del sequestro dell’auto, del cellulare e della maglietta dell’investitore, mentre è ancora da fissare l’udienza di fronte al giudice per la convalida dell’arresto.

L’obitorio dell’ospedale di San Benedetto

Nel pomeriggio poi si è svolta all’obitorio dell’Ospedale di San Benedetto la ricognizione sul cadavere di Coccia i cui funerali di terranno mercoledì 27 maggio alle 10,30 nel piazzale del convento di San Giacomo a Monteprandone. Coccia lascia la moglie Ida e i figli Mirko, Mattia e Marika.

rp

La morte di Divo Coccia, una tragedia che ha scosso tutti Cosa rischia l’investitore


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X