Quantcast
facebook rss

Esami di stato, si parte
In 3.600 alla prova della maturità

I NUMERI - Ben 91 le commissioni, per le 181 classi, che già si sono riunite per le riunioni preliminari tra Ascoli e Fermo. Mercoledì dalle 8,30 non più di cinque candidati al giorno. Il tutto tra nuove regole per la sicurezza. Nelle Marche gli studenti alla prova finale saranno 13.668
...

di Stefania Mistichelli

Saranno 3.600 i candidati che domani, nelle scuole delle province di Ascoli e Fermo, affronteranno l’esame di stato. Una prova tutt’altro che semplice da svolgersi anche dal punto di vista pratico, viste le tante precauzioni che i dirigenti hanno dovuto mettere in atto perché i maxi-colloqui  si svolgessero nella massima sicurezza.

Novantuno le commissioni – per le 181 classi – che già da ieri si sono riunite per le riunioni preliminari e che domani, dalle 8,30, esamineranno ciascuna non più di cinque candidati al giorno, per un colloquio che durerà circa un’ora e che peserà, sul voto finale, 40 punti su 100.

In tutte le Marche ad affrontare la prova orale saranno in 13.668 per 352 commissioni. Nelle Marche sono state coperte tutte le presidenze, con un fisiologico tasso di rinunce fisiologico (nove in tutta la regione, pari al 2,6%) cui gli uffici dell’amministrazione hanno potute porre rimedio con le relative sostituzioni.

La parte del leone la fanno i licei con 6.449 candidati, il 47,2% del totale. Seguono i tecnici (4.062, 29,7%) e ultimi i professionali (2.813, 20,6%).

Le percentuali variano per ciascuna provincia a seconda delle particolarità socio economiche dei territori e della relativa articolazione della rete scolastica. I maturandi liceali sono, per esempio, il 53,46% in provincia di Pesaro Urbino e il 46,11% in quelle di Ascoli e Fermo, dove si riscontra il 34,08% di studenti degli istituti tecnici. La maggiore percentuale di candidati dei professionali si registra in provincia di Ancona (21,58%) contro il dato più basso (19,81%) delle province di Ascoli e Fermo.

Una quota interessante è rappresentata dai ragazzi che affronteranno la maturità con il progetto sperimentale Esabac, che offre la possibilità per gli studenti italiani e francesi di conseguire, con lo stesso esame, il diploma italiano e quello francese con i quali iscriversi indifferentemente alle università francesi o italiane. Sono 344, quasi tutti frequentanti i licei linguistici della regione (34 ad Ascoli), salvo una pattuglia di dieci studenti dell’indirizzo tecnico economico della provincia di Ancona.

Autodichiarazioni e distanze: la maturità ai tempi del Covid Come si organizzano gli istituti

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X