Quantcast
facebook rss

Vaccinazioni, si presentano
in 90 su 200 convocati
Angelini: «Si può recuperare»

ASCOLI - La paura generata dal Coronavirus è ancora forte. Per il direttore del Sisp è andata meglio delle previsioni. E chi ha saltato l'appuntamento può presentarsi nei prossimi giorni: «Il vaccino ci rende liberi dalle malattie a volte mortali»
...

Genitori e ragazzi in coda davanti alla Casa della Gioventù

 

Su 200 chiamate, si sono presentati in 90 all’appello per la vaccinazione oggi, 16 giugno, nella Casa della Gioventù in via Abruzzi ad Ascoli.

«E’ andata meglio di quanto pensassi», ha commentato il dottor Claudio Angelini, direttore del servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Area Vasta 5, nel primo giorno della campagna promossa nel Distretto di Ascoli per recuperare il servizio interrotto durante l’emergenza Coronavirus.

Sono oltre 2.000 gli utenti tra i 6 e 16 anni che devono sottoporsi ai vaccini obbligatori o fortemente raccomandati. L’esordio è stato con i ragazzi di 11 e 12 anni. Si continuerà fino alla fine del mese e, a breve, verranno dati appuntamenti anche per il Distretto di San Benedetto.

Il personale sanitario con al centro il dottor Claudio Angelini

Visto l’elevato numero di persone da vaccinare è stata scelta ed attrezzata una sede idonea, più grande per garantire il distanziamento sociale e tutte le norme anti Covid.

A supporto degli operatori sanitari c’erano anche i volontari della Protezione civile e la Polizia Municipale.

Ciò nonostante la paura ha rappresentato un freno.

«Chi ha mancato l’appuntamento può presentarsi anche nei giorni successivi», ha però affermato il dottor Angelini nel ribadire l’importanza delle vaccinazioni.

«La mancanza di un vaccino contro un virus nuovo come il Sars CoV2 è la causa della grave situazione sanitaria ed economica in cui il mondo intero si trova.

Allora mi domando, come potremmo trovarci se non avessimo tutti gli altri vaccini, il cui effetto è renderci normalmente liberi da malattie con gravi complicanze e talora mortali (difterite, poliomielite, morbillo)?»

Le classi di età che per prime saranno convocate sono il 2007, 2008 per la vaccinazione HPV  a seguire i nati del 2004 e i nati del 2014.

«In poco meno di due settimane saranno interamente garantite le vaccinazioni anti-Hpv, Papilloma virus, i richiami difterite-tetano-pertosse-polio e le vaccinazioni contro il meningococco A, C, W, Y agli adolescenti».

Vaccini dal 16 giugno, Angelini: «Con il Covid abbiamo conosciuto i danni di un’epidemia»

Vaccinazioni di massa per bimbi e ragazzi da 6 a 16 anni Si parte martedì 16 giugno ad Ascoli

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X