Quantcast
facebook rss

Cavion: «La Cremonese
si è chiusa e ci ha punito,
rimaniamo sereni
e lavoriamo bene»

SERIE B - Il centrocampista si mostra sereno: «Nel periodo di inattività ci eravamo preparati: oggi è mancato il cinismo». Palombi: «Siamo più consapevoli della nostra forza, Bisoli ci ha disposto in campo in maniera ordinata»
...

Cavion

«C’è rammarico tra i compagni, volevamo partire meglio. Nel periodo di inattività ci eravamo preparati: oggi è mancato il cinismo».

Il centrocampista bianconero Michele Cavion parla di una Cremonese che «si è chiusa bene, ci ha aspettato, è ripartita e ci ha punito in tre episodi. Noi abbiamo cercato bene Ninkovic, sappiamo che quando gli diamo la palla riusciamo a inventare bene ma siamo arrivati con pochi giocatori in area e poco incisivi. Nel complesso credo che la prestazione c’è stata. Dobbiamo mantenere la serenità, stiamo lavorando bene: sicuramente arriveranno i risultati che ci aspettiamo. Vanno applicate meglio le idee del mister, manca un po’ di cattiveria sul finale delle azioni. Personalmente, fino al novantesimo mi sono sentito abbastanza bene».

Il grigiorosso Simone Palombi, al sesto gol in campionato, plaude al lavoro dei suoi: «Ci siamo “fatti il mazzo” per preparare questa gara. Adesso ci aspettano deci finali, dobbiamo riscattare l’inizio di stagione. Siamo consapevoli della nostra forza. E’ difficile dire cosa mancava, probabilmente la concentrazione. Il mister ci ha messo sul campo in maniera ordinata, subivamo troppo e rimonte degli avversari».

Cla.Ro.

Abascal: «Noi presenti, potevamo ribaltarla» Bocciato l’approccio di Gravillon

Delude il primo Ascoli di Abascal: la Cremonese si impone (1-3) ed effettua l’operazione sorpasso

I panchinari dell’Ascoli seduti in tribuna

Le squadre a centrocampo prima del via

Così si presentava la Curva Nord


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X