facebook rss

Le morti sospette alla Rsa:
l’infermiere sarà interrogato
in videoconferenza dal carcere

ASCOLI - L'udienza è in programma domani mattina, venerdì, dal penitenziario di Marino del Tronto. I legali chiedono la scarcerazione di Leopoldo Wick

La casa circondariale di Marino del Tronto

Cresce l’attesa per l’interrogatorio di garanzia di Leopoldo Wick, l’infermiere 57enne di Grottammare e arrestato lunedì scorso all’alba (leggi l’articolo). Domani mattina, venerdì, l’uomo sarà interrogato in video conferenza dalla casa circondariale di Marino del Tronto a causa delle restrizioni legate ai protocolli sul Covid-19.

I legali Luca Filipponi e Tommaso Pietropaolo, che hanno già incontrato il loro assistito (leggi l’articolo) sono pronti a chiedere la scarcerazione o comunque un’attenuazione della misura arrivata a distanza di oltre un anno dallo scoppio dell’indagine con l’infermiere che è rimasto in servizio all’Area Vasta 5 seppure non più ad Offida.

I legali stanno valutando se rivolgersi allo stesso Gip Annalisa Giusti che ha firmato l’ordinanza di custodia o al Tribunale del Riesame di Ancona. Stanno anche definendo i consulenti tecnici che li affiancheranno in questa vicenda giudiziaria e che avranno sicuramente un peso decisivo per provare l’innocenza del loro assistito.

rp

Maxi dosi di psicofarmaci o insulina non dovuta: ecco chi è morto alla Rsa di Offida

Morti sospette nella residenza per anziani: infermiere finisce in manette Avrebbe ucciso 8 persone

Maxi dosi di psicofarmaci o insulina non dovuta: ecco chi è morto alla Rsa di Offida


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X