facebook rss

Abascal: «Ho visto equilibrio
per 90 minuti,
restiamo umili e ci riprenderemo»
Cosmi: «Dimostrate le nostre qualità»

SERIE B - Il tecnico dell’Ascoli: «Brosco è uscito per necessità, Scamacca non era al top, ma ha fatto salire la squadra. Continuiamo a lavorare con umiltà, me compreso». Serse: «E’ tornato un Buonaiuto migliore. Ci interessava mettere a distanza la zona calda»

Per Abascal seconda sconfitta interna in quattro giorni

di Claudio Romanucci

Sprofondo bianconero. Il cammino adesso fa paura, i numeri ancor di più (una vittoria, 2 pari e ben 7 sconfitte solo nel ritorno), con il Venezia che addirittura supera l’Ascoli (se il campionato finisse ora le due squadre si affronterebbero nei playout) e che fra cinque giorni affronta i bianconeri in laguna.

L’allenatore Guillermo Abascal ha visto una «partita molto equilibrata dall’inizio alla fine, decisa da un episodio. La squadra ha lavorato tanto in queste tre settimane, abbiamo concesso poco a un avversario che ha tanta qualità davanti, compreso Iemmello. Nel primo tempo abbiamo superato più volte l’avversario col 4-3-3 e attaccato lo spazio con Morosini e Scamacca. Il gol – dice – non è arrivato per l’ultimo passaggio o il tiro, ci è mancato il ‘giro’ sul lato opposto per arrivare all’area. Anche  noi abbiamo provato a lanciare e correre in base all’avversario. Scamacca ha fatto salire la squadra, gli è mancata la conclusione. Brosco è stato sostituito per necessità fisiche: ci siamo guardati, era abbastanza stanco. Gravillon – aggiunge Abascal – ha dato spinta e fisicità negli ultimi minuti. L’obiettivo è continuare a lavorare, essere ancora più umili a partire da me. Abbiamo il cuore che ci dice che possiamo vincere. Nei nostri allenamenti c’è l’intensità e la voglia di riprendersi».

Serse Cosmi

Il tecnico perugino Serse Cosmi, super ex della giornata, è sereno. «La squadra ha dimostrato le proprie qualità. Ora non era una partita semplice – dice l’allenatore del Perugia – la vittoria ci metteva a distanza dalla zona calda, quello che ci interessava di più. Stasera – aggiunge Cosmi – ho fatto giocare quelli che vedo meglio, non da una settimana ma da tempo: Buonaiuto è tornato migliore dopo lo stop, ha capito quello che volevo. In quei ruolo ho sinceramente l’imbarazzo della scelta. Adesso – conclude – aspetto la gara col Crotone per capire se abbiamo capito quella vittoria».

L’Ascoli finisce nel baratro: la sconfitta (0-1) con il Perugia mette nei guai Abascal


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X