facebook rss

Festival dell’Appennino,
si cammina con De Luca

DOPPIO APPUNTAMENTO con la rassegna che unisce natura e cultura. Sabato 27 escursione a San Giacomo con lo scrittore napoletano, il giorno dopo ad Arquata le acrobazione di Nando e Maila e il "Cammino delle Terre Mutate"

Weekend ricco di spunti per il Festival dell’Appennino. Si comincia sabato 27 giugno con un’escursione a San Giacomo, in compagnia dello scrittore Erri De Luca, per poi continuare domenica 28 giugno con il “Cammino delle Terre Mutate”.

Erri De Luca

Un imperdibile secondo appuntamento quello col giornalista e scrittore napoletano. Il punto di ritrovo è al parcheggio di San Giacomo alle 14,30, per partire alla volta di un’escursione adatta anche ai meno allenati. Alle 18 si ritornerà al parcheggio, per fare quattro chiacchiere con Erri, scrittore raffinato e grande appassionato di montagna. Si consiglia di equipaggiarsi con un plaid per sedersi comodamente durante l’incontro.

«Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle. Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano». De Luca non ha bisogno di presentazioni: oltre a essere un rinomato scrittore, giornalista, poeta e traduttore italiano, ama le montagne e pratica assiduamente alpinismo.

Nando e Maila

Si continua domenica 28 giugno a Borgo Sae 1 di Arquata del Tronto, un momento unico da trascorrere tra una camminata nella natura, la presentazione del progetto “Cammino delle Terre Mutate” e una spettacolare esibizione di acrobazie. Un’escursione questa dedicata ai più allenati con ritrovo alle ore 8 per rientrare allo stesso punto intorno alle ore 14. Alle 16 è in programma la presentazione del “Cammino delle Terre Mutate”, un percorso solidale e di conoscenza, un momento di relazione profonda con l’ambiente naturale e con le persone che vivono nei luoghi trasformati dal sisma.

Da Fabriano a L’Aquila, oltre 250 chilometri di percorso nel cuore dell’Appennino. L’itinerario attraversa i territori ed entra in contatto con le comunità di quattro regioni del centro Italia (Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo), lungo i sentieri escursionistici e ciclabili di due importanti aree protette: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. A presentarlo il Cammino ci saranno Paolo Piacentini (Presidente Federtrek), Peter Lerner (Ape Roma), ed i referenti locali Romolo Trenta, Sante Corradetti e Patrizia Gagliardi.

A seguire “Sconcerto d’Amore – Le acrobazie musicali di una coppia in dis-accordo”, uno spettacolo di acrobazie della Compagnia Nando e Maila.

Quest’anno per partecipare alle escursioni occorre prenotarsi sul sito www.festivaldellappennino.it, dove è disponibile anche il programma completo.

Festival dell’Appennino, si riparte Si comincia con Ossini C’è anche Erri De Luca

Festival dell’Appennino a quota 9 La bellezza della montagna batte il Covid


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X