facebook rss

Regionali: il Pd schiera Sara Calisti,
D’Erasmo presenta la sua candidatura

ASCOLI - La responsabile provinciale dell'organizzazione è la seconda donna in lista. L'ex presidente della Provincia presenta la sua candidatura: «Farò una campagna elettorale tra le persone per conoscere, capire, comprendere, e poter poi dare il mio contributo alla comunità»

di Renato Pierantozzi

A sinistra Sara Calisti

E’ la castignanese Sara Calisti la seconda donna in lista nel Pd per le elezioni regionali del 20 e 21 settembre. Il nome dell’attuale responsabile provinciale dell’organizzazione era nell’aria da giorni (leggi l’articolo) ed è stato ufficializzato nell’assemblea regionale di venerdì a Chiaravalle dove sono state licenziate tutte le liste del Pd Marche. Insieme a Calisti ci sono in campo la vice presidente uscente, Anna Casini, l’ex presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e il sindaco di Force, Augusto Curti. Una lista di big, insomma, per cercare di ripetere il risultato di cinque anni fa quando i dem ascolani portarono ad Ancona la Casini e il sambenedettese Fabio Urbinati ora in campo con Italia Viva. Proprio D’Erasmo presenta così la sua candidatura dopo le esperienze da sindaco di Ripatransone, consigliere e presidente della Provincia dove ha dimezzato il deficit milionario.

Paolo d’Erasmo (Foto Andrea Vagnoni)

«Le consultazioni di settembre -afferma D’Erasmo- costituiscono un appuntamento importante per la ripartenza delle Marche e delle comunità che animano la Regione. Un territorio che, come tutto il Paese, si sta rialzando con forza e determinazione dopo l’emergenza Coronavirus e in cui il ricordo del terremoto è ancora vivo nella popolazione, in particolare quella picena.

In questi ultimi anni e mesi così difficili per il territorio marchigiano, però, sono stati sempre grandi l’impegno, la determinazione e la cooperazione solidale di tutte le realtà civili e sociali, con un rinnovamento importante anche dei presidi collettivi, sempre all’insegna della collaborazione e del confronto. È questo l’approccio che cerco sempre di portare avanti nella gestione della cosa pubblica. Sono davvero fiero –conclude– di poter correre questa bella maratona elettorale a favore del mio territorio e guidata dal candidato Presidente Maurizio Mangialardi. Ponendomi sempre in modalità di ascolto, farò una campagna elettorale tra le persone per conoscere, capire, comprendere, e poter poi dare il mio contributo alla comunità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X