facebook rss

Cena “fascista” di Acquasanta,
Acquaroli querela Zingaretti:
«Ora basta con le diffamazioni»

IL DEPUTATO di FdI e candidato governatore alla Regione Marche contro il segretario nazionale del Pd. Al centro della querelle il fatidico convivio dello scorso ottobre

«Ho dato mandato ai miei legali di querelare per diffamazione il segretari del Pd Nicola Zingaretti. Ogni giorno continua a raccontare menzogne sul mio conto, dichiarando che avrei “organizzato iniziative per ricordare la marcia su Roma”, segno che non abbia alcuna idea di cosa stia parlando. Lo sfido a dimostrare quanto sostiene di fronte ai giudici in tribunale. Ora basta».

zingaretti-acquaroli1

Nicola Zingaretti e Francesco Acquaroli

Così in una nota il deputato di Fratelli d’Italia, Francesco Acquaroli, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Marche.

Al centro della querelle c’è ancora una volta la fatidica “cena fascista” di Acquasanta Terme, organizzata per commemorare la marcia su Roma. L’altro giorno era stato il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a ricordare la partecipazione dell’esponente di FdI a quell’incontro dell’ottobre scorso, parlando di «un candidato impresentabile».

Dal canto suo Acquaroli si era difeso dicendo che lui era passato prima che iniziasse la cena vera e propria, ma solo per parlare di infrastrutture e ricostruzione. E specificando di non essere mai stato un nostalgico. Ma che ora che il segretario nazionale del Pd ha ricordato quell’episodio, Acquaroli ha deciso di passare alle denunce.

“Cena fascista” di Acquasanta, Mentana attacca Acquaroli: «Candidatura impresentabile»

Acquaroli sulla “Cena fascista”: «Non avevo visto il ridicolo menù»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X