facebook rss

Calvario sulla Castignanese
I residenti: «Siamo abbandonati e isolati»

VIABILITA' - Il cantiere sembra in stato di totale abbandono. Si attendeva la riapertura per la fine di giugno, ma i tempi si sono allungati, senza sapere il perché

Il cantiere sulla Castignanese

testo e foto di Simone Corradetti
Un vero e proprio calvario sulla Provinciale Castignanese, chiusa ormai da circa due mesi a causa del suo continuo dissesto idrogeologico, provocato da buche, crepe, frane e smottamenti.
Da una decina di anni a questa parte, la strada in questione era spesso transennata ai bordi della carreggiata per i numerosi dislivelli, che si formavano soprattutto durante le precipitazioni atmosferiche.
Dopo l’ennesimo problema, la Provincia di Ascoli ha deciso di chiuderla, deviando il traffico sulle provinciali Mezzina e San Venanzo, con molti disagi per i residenti, i pendolari, gli autobus, e i mezzi pesanti, che sono costretti a fare un bel girotondo nell’entroterra già penalizzato dal sisma del 2016, e dall’emergenza Coronavirus.
Nel sopralluogo, possiamo notare anche un certo stato di degrado e abbandono del cantiere, che secondo alcuni residenti intervistati «è fermo. Anzi gli operai non li vediamo proprio, e ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni». 
«Sono stufa – dice una pendolare – perché per raggiungere il mio posto di lavoro, devo percorrere circa cinque chilometri in più, rispetto alla normalità.
Auspico nel buon senso di chi ci rappresenta nel riaprire il tratto stradale in questione, con l’attivazione della bretella a senso unico alternato, già pronta, ma priva di impianto semaforico, e quindi impercorribile».
Sulla provinciale Castignanese, la titolarità dei lavori è dell’Anas che attualmente non ha fornito alcuna comunicazione in merito, e il direttore non è reperibile al telefono. Un danno per il territorio, ma soprattutto per il turismo in questa particolare stagione estiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X