facebook rss

Negativo al Coronavirus
il 28enne morto a Comunanza

DRAMMA - Si tratta di un ragazzo di nazionalità indiana che viveva con il fratello e la cognata. Tamponi in via precauzionale anche ai familiari e ai numerosi connazionali accorsi nell'appartamento a prestare conforto. La salma è all'obitorio del "Mazzoni" in attesa che le autorità sanitarie dispongano ulteriori esami per capire la causa del decesso

La caserma dei Carabinieri di Comunanza

Non è morto per cause legate al Covid il ragazzo di 28 anni di nazionalità indiana trovato senza vita ieri sera nell’abitazione che divideva con il fratello e la cognata a Comunanza (leggi qui).

E’ di prassi, per decessi improvvisi, sottoporre la vittima a tampone.

Ma anche alle persone entrate in contatto che, nell’attesa di scongiurare il pericolo contagio, devono rimanere isolate.

Nel caso del giovane indiano, si è trattato di fare il tampone, oltre che ai conviventi, anche ad oltre 15 persone, connazionali, che subito dopo aver appreso la triste notizia, sono accorse nell’appartamento per portare aiuto e conforto.

In un primo momento a tutti è stato chiesto di non lasciare quella casa fino all’esito del tampone, atteso entro le 24 ore successive. Poi, in serata, i più anziani sono fatti tornare nelle loro abitazioni con l’obbligo di rimanere isolati.

Gli esiti sono arrivati stamattina, 2 agosto: tutti negativi.

La comunità indiana a Comunanza è molto numerosa, oltre 120 persone sul poco più di 3.000 abitanti.

Oltre ai soccorritori della Croce Rossa dei Sibillini, inviati dalla centrale operativa del 118 di Ascoli, ieri sono intervenuti anche i carabinieri del stazione di Comunanza il cui comandante, Giovanni Croce, sempre nel rispetto delle norme anti Covid, è entrato tra i primi nell’appartamento dove si trovava il ragazzo morto.

A lui e ai suoi uomini è toccato il compito di indagare sulle possibili cause del decesso e riferire all’autorità giudiziaria che, attraverso il medico legale,  ha escluso cause esterne.

La salma del giovane ora si trova all’obitorio dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli in attesa che i sanitari effettuino ulteriori esami per accertare la patologia che ha causato la morte di un ragazzo.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X