facebook rss

Un messaggio di speranza
“In nome e in ricordo
di Barbara Olori”

ASCOLI - La donna morì tragicamente a 59 anni a marzo 2018. La famiglia dona 2 lettini ginecologici di ultima generazione al reparto di Ostetricia e Ginecologia del "Mazzoni". «In questo periodo di post Covid, dove si parla di rinascere, il reparto maternità esprime il concetto di nascita e futuro»

Donazione all’AV5 dalla famiglia Olori “in nome e ricordo di Barbara”

“In nome e in ricordo di Barbara Olori“, la famiglia dona 2 lettini ginecologici al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli, diretto dal facente funzione Giampiero Di Camillo.

Si tratta di due lettini elettrici di ultima generazione, che andranno a sostituire quelli obsoleti che erano negli ambulatori.

Uno verrà utilizzato per le visite delle donne in gravidanza ed il motore di cui è fornito agevolerà la movimentazione necessaria della paziente durante le ecografie, l’altro a 2 motori sarà dedicato alle pazienti che devono effettuare isteroscopie diagnostiche per la prevenzione del carcinoma.

La bancaria ascolana, dipendente della Banca d’Italia,  morì tragicamente a 59 anni a marzo 2018 (leggi qui), lasciando una grande vuoto nell’intera città, dove era molto conosciuta e apprezzata.

Era tifosa dell’Ascoli Calcio e si dilettava anche nella pittura con il nome d’arte “Irolo” (leggi qui).

«Abbiamo deciso di fare questa donazione – spiega la famiglia di Barbara Olori – al reparto maternità, in quanto Barbara amava in modo particolare i bambini ed anche perché in questo periodo di post Covid, dove si parla di rinascere, il reparto maternità esprime il concetto di nascita e futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X