facebook rss

«Centrosinistra unito contro la destra»,
Nardini e Frenquellucci firmano l’intesa

ASCOLI - Una piattaforma contenente otto "valori" comuni ricuce lo strappo avvenuto alle ultime elezioni amministrative. Gli ex candidati a sindaco: «Siamo aperti ad associazioni, cittadini e partiti come 5Stelle e Prospettiva Ascoli»

Pietro Frenquellucci e Emidio Nardini

di Renato Pierantozzi

Una firma in fondo a due pagine contenenti la “piattaforma di principi per l’unità del centrosinistra” che vanno dalla Resistenza all’etica della politica passando per la libertà, i beni comuni, la partecipazione, la vita, il lavoro e l’integrazione.

Ad un anno e mezzo dalla spaccatura elettorale, il fronte ascolano del centrosinistra (Pd e Ascolto&Partecipazione, tradotto in rappresentanza in Consiglio comunale, ndr) si ricompatta nelle figure degli ex candidato a sindaco Pietro Frenquellucci ed Emidio Nardini.

Sono i loro gli arieti di un’operazione che intende aggregare anche associazioni e singoli cittadini strizzando l’occhio ai 5Stelle e al movimento Prospettiva Ascoli di Francesco Viscione.

Presenti in sala anche esponenti del Pd (tra cui il segretario comunale Angelo Procaccini), di Ascolto&Partecipazione (Francesco Mazzocchi, Massimiliano Catani e Domenico D’Angeli) e di Articolo 1 (il segretario comunale Nello Tizzonia suggellare la ritrovata unità.

Il momento della firma

«Non possiamo lasciare il futuro della città -affermano Nardini e Frenquellucci-  ineluttabilmente nella mani di una Destra che ha ampiamente dimostrato di non essere in grado di garantire quel salto di qualità indispensabile a far sì che Ascoli abbia le opportunità di crescita e di sviluppo capaci di garantire una prospettiva per nuove generazioni».

L’obiettivo è quello di costruire, questa volta per tempo e non negli ultimi tre mesi prima delle elezioni, una proposta credibile da presentare agli elettori in vista del voto amministrativo del 2024.

«Con Nardini -sottolinea Frenquellucci- ci sono stati stima e rispetto sin dalla campagna elettorale. Ora avvertiamo la necessità di ripartire dai valori comuni per stare insieme al di là dei dettagli e dei singoli temi che possono dividerci. Ci unisce la sostanza e le differenze alla fine sono irrilevanti. Siamo aperti a tutti quanti vogliano costruire un’alternativa di governo. Il documento parte da qui e non arriva qui».

«Prima forse non ci sono stati i tempi e le condizioni -aggiunge Nardini- per stare insieme, ma oggi ci sono possiamo ripartire dai valori che sono alla base della piattaforma dove non manca nemmeno al riferimento dell’etica della politica sottolineata da Berlinguer nel 1981 ed ancora attualissima. Penso anche a quella parte dei 5Stelle che vuole da sempre il mantenimento dei beni pubblici come l’acqua, che governa insieme al Pd a livello nazionale e che voleva Stefano Rodotà come presidente della Repubblica».

Non mancano le critiche all’attuale amministrazione comunale.

«Sbandierare il rifacimento di corso Trieste come una grande opera -dice Frenquellucci- è eloquente, mentre stiamo ancora aspettando le grandi imprese da insediare lungo l’asse attrezzato promesse durante la campagna elettorale e veri sostegni alle famiglie. Non può essere l’abolizione della Tari per 200 euro all’anno il motivo per spingere i residenti a tornare in città. Servono politiche per nuovi asili nido o sostegni per crearli magari vicino o dentro le aziende».

«Il sindaco ha cercato il dialogo in Consiglio comunale -dice Nardini- ma poi le nostre proposte sul regolamento per l’accesso alle case popolari sono state bocciate dalla sua maggioranza. Il centro ormai è sempre più spopolato, San Benedetto ha superato Ascoli in termini di residenti, ma il Comune pensa a costruire ponti per portare ancora più gente all’Oasi spingendo l’asse della città verso est e la costa. Perché invece non si affrontano i grandi temi come la Saba e la Carbon?».

La riscossa della sinistra, Aloisa Merciai: «Aprire al più presto il confronto»

Canzian (A&P) guarda al futuro: «Ripartiamo dopo la caporetto, il Pd si apra alle realtà civiche»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X