facebook rss

Ricostruzione al via nelle frazioni
Entro l’estate i lavori al teatro
«Ci stiamo riprendendo il tempo perso»

ACQUASANTA TERME - L'annuncio del sindaco Stangoni: «Finalmente iniziano a partire demolizioni e ricostruzioni private all'interno dei centri storici. Segnale importante per piccole realtà che hanno avuto tanti problemi». Le novità sull'edilizia pubblica

di Luca Capponi

Simboli che cadono. Ma lo fanno per ripartire. Anche in piccole frazioni poco abitate. E’ qui che si tiene duro, è da qui che arrivano iniezioni di speranza. Come, ad esempio, dallo storico bar “Marietta” di San Martino. Un punto di ritrovo storico che è andato giù. Ma che a quattro anni dal sisma verrà ricostruito. Un segnale per tutto il territorio di Acquasanta Terme.

Gru in azione ad Acquasanta

«Finalmente iniziano a partire demolizioni e ricostruzioni private all’interno dei centri storici -spiega il sindaco Sante Stangoni-. Si tratta di interventi importantissimi che a seguito della variante alle norme tecniche approvata un anno fa in variante al piano regolatore, permettono di intervenire in zone A. La ricostruzione va quindi a toccare non solo le aree esterne dei centri abitati ma il cuore di paesi e frazioni, luoghi che hanno avuto tanti problemi».

«Si tratta di un segnale importante visto che la ricostruzione fino ad oggi ha latitato, e che ci porterà ad avere tante gru nei prossimi mesi perchè i decreti sono tanti -ribadisce il primo cittadino-. In tal senso l’ordinanza 100 è stata decisiva. Per noi è una soddisfazione, perchè ci stiamo riprendendo il tempo perso. E’ fondamentale tornare a far vivere questi territori che hanno perso abitanti e punti di riferimento».

Per quanto riguarda l’edilizia pubblica, Stangoni annuncia alcune novità riguardanti il centro del capoluogo.

«Siamo in fase di affidamento della progettazione esecutiva per il Comune e andremo a gara per la scuola -ribadisce-. Penso poi che per l’estate potremo partire con i lavori al Teatro dei Combattenti».

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X