Quantcast
facebook rss

Ascoli, la crisi peggiora
e il calendario non aspetta:
il tour de force riprende da Vicenza

SERIE B - Dopo la sconfitta col Cosenza, bianconeri subito in campo in vista della trasferta veneta. Situazione molto complicata. Ne ha preso pienamente coscienza Delio Rossi, che dai suoi si aspetta uno scatto d'orgoglio. Le tante partite ravvicinate non giovano a una squadra in difficoltà fisica e mentale. Giudice sportivo: tre turni a Lico, uno a Brosco
...

di Salvatore Mastropietro

Se il pareggio con la Cremonese aveva riacceso un barlume di speranza all’interno dell’ambiente Ascoli, la sconfitta di ieri contro il Cosenza ha puntato nuovamente i riflettori su una crisi molto profonda ed ormai chiara a chiunque. Nell’albo delle brutte figure dell’anno della “ripartenza” bianconera – così era stata definito ad agosto il nuovo corso inaugurato con l’ingaggio del dg Ducci e del tecnico Bertotto – si aggiunge anche l’aver perso per 0-3 sul campo di casa contro una diretta concorrente per la salvezza, che arrivava alla partita come peggior attacco del campionato.

Mister Rossi

La situazione è molto preoccupante e ne ha preso pienamente coscienza anche un uomo di calcio come Delio Rossi. Il tecnico romagnolo credeva, come da da sua stessa ammissione, di aver trovato una sorta di equilibrio almeno a livello tattico nelle partite di Pisa e Cremona. Ieri, però, si è dovuto ricredere facendo intuire che i problemi di condizione fisica – dovuti anche alle tante partite ravvicinate – ed i limiti mentali e caratteriali sono gli aspetti principali dell’inaspettato tonfo di ieri. A Delio Rossi non resta che fare leva sull’orgoglio degli uomini a sua disposizione, come del resto ha fatto. Le oneste dichiarazioni del successore di Bertotto non stonano con la difficile realtà, a differenza del post Instagram postato nel prepartita dal vice presidente Di Maso in compagnia del patron Pulcinelli. Immagine corredata da uno «Stravinciamola!» che ha fatto storcere il naso non poco a i tifosi ascolani.

Momento di gioco del match di ieri

Mentre la crisi si fa sempre più profonda, non c’è tempo di fermarsi. Sabato il Picchio è atteso da un’altra trasferta contro un’altra diretta concorrente per la salvezza (in teoria) come il Vicenza. Delio Rossi dovrà cercare di ottenere subito una risposta dalla squadra, che nel frattempo è tornata ad allenarsi in mattinata al “Picchio Village”. I titolari della sfida di ieri sera con il Cosenza hanno svolto una seduta defaticante. Tutti gli altri sono stati impegnati in attivazione tecnica, circuiti in campo e partita a campo ridotto. Venerdì ci sarà la partenza alla volta del Veneto, dove la squadra resterà fino a lunedì pomeriggio prima di partire per la Lombardia. Martedì, infatti, i bianconeri saranno impegnati a Monza contro la formazione del patron Silvio Berlusconi, che ieri si è sbarazzata con estrema facilità della Virtus Entella.

Il calendario in questo momento non è di certo un alleato. Le trasferte di Vicenza (sabato 19 ore 14) e Monza (martedì 22 ore 19) non sono di certo agevoli. Ancora peggio sono, da questo punto di vista, anche le successive due partite: domenica 27 dicembre in casa contro la Spal (ore 15) e mercoledì 30 dicembre sul campo dell’Empoli (ore 18). A chiudere il tour de force, iniziato ormai lo scorso 4 dicembre contro il Pescara, sarà la sfida casalinga contro la Reggina del 4 gennaio 2021. Dopodiché l’Ascoli sarà atteso da una decina di giorni di pausa, periodo da sfruttare a patto che non ci si arrivi con le ossa ulteriormente rotte.

Brosco

GIUDICE SPORTIVO – Oltre ai tanti acciaccati da valutare (Kragl e Cangiano su tutti), per la partita di Vicenza l’Ascoli dovrà fare a meno di due squalificati. Il primo è il capitano Riccardo Brosco, a cui il Giudice Sportivo ha inflitto un turno di squalifica visto il raggiungimento della quinta ammonizione stagionale. Mano pesante, invece, per quanto riguarda Dean Lico, squalificato per ben tre turni. Il centrocampista albanese è stato espulso ieri contro il Cosenza negli istanti finali del match per “aver calciato con violenza il pallone sul volto di un avversario che si trovava a terra”.

Pagelle Ascoli: si salva solo Leali (Le foto della disfatta)

Ascoli, Delio Rossi non cerca alibi: «Mi assumo le responsabilità, dobbiamo tirare fuori l’orgoglio»

L’Ascoli non c’è più e al “Del Duca” passeggia (0-3) anche il Cosenza: crisi profonda

 

Serie B: Empoli al comando, cinquina del Monza


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X