Quantcast
facebook rss

Leali e Sabiri all’unisono:
«Meritavamo il pareggio,
ma dobbiamo fare di più»

SERIE B - Amarezza nel post partita. Il portiere: «C'è stata compattezza, ma il momento difficile continua, vogliamo venirne fuori». Il centrocampista: «Prima del gol viene il bene della squadra»
...

di Salvatore Mastropietro

La sconfitta arrivata al “Romeo Menti” fa salire a nove (su 13 partite) il totale delle sconfitte dell’Ascoli nel campionato di Serie B attualmente in corso. Il ko contro il Vicenza brucia davvero tanto per i bianconeri, beffati nei minuti di recupero finali da una sporca zampata dell’ex di turno Padella. Rispetto alla partita casalinga col Cosenza i bianconeri hanno mostrato diversi miglioramenti dal punto di vista dell’atteggiamento, ma alla fine il risultato non è cambiato: zero punti messi in cascina e classifica che si complica sempre di più.

Leali

Oltre al tecnico Delio Rossi, nel post partita della gara contro i veneti hanno parlato anche Nicola Leali ed Abdelhamid Sabiri. Il portiere ex Perugia e Frosinone, che a causa dell’assenza di Brosco e Pucino dalla formazione titolare ha anche indossato la fascia da capitano, ha espresso un po’ tutto il rammarico dei calciatori bianconeri dopo una sconfitta del genere: «C’è grande amarezza perché quanto meno avremmo potuto ottenere un punto, che sarebbe stato di ripartenza; rispetto al match col Cosenza ho visto compattezza e un bello spirito di squadra, tutti sono stati partecipi. Possiamo ripartire da questo, ma mettendo qualcosa in più, anche perché fra 72 ore abbiamo un altro impegno importante e dobbiamo fare assolutamente punti. Sicuramente il pareggio sarebbe stato un buon risultato. Sì, oggi avevo la fascia di capitano, ma a parte questo tutti siamo stati partecipi, ma non è bastato e dobbiamo fare di più. Noi tutti stiamo cercando di aiutarci gli uni con gli altri, il momento è di difficoltà e vogliamo venirne fuori rimboccandoci le maniche».

Sabiri dopo il gol

Il fantasista tedesco-marocchino ha esordito commentando il splendido gol messo a segno su calcio di punizione, il terzo del proprio campionato dopo quelli con Reggiana ed Entella: «Non posso essere felice per il gol perché il risultato non c’è stato, penso più al bene della squadra che a quello personale. Sono molto dispiaciuto per il gruppo e perché i nostri tifosi meritavano di più. Di positivo ho visto la buona reazione avuta dopo lo svantaggio, abbiamo conquistato il pareggio dimostrando di avere la mentalità giusta. Peccato per il gol del Vicenza sul finale, siamo stati sfortunati e dobbiamo fare di più. Siamo già con la mente al prossimo obiettivo di martedì, il Monza».

PREPARAZIONE – Come annunciato già nei giorni scorsi, la squadra resterà in Veneto nelle prossime ore per preparare al meglio la partita di martedì 22 novembre contro il Monza. La preparazione agli ordini di mister Delio Rossi riprenderà domani mattina, domenica 20 dicembre, alle ore 11. In vista della gara in terra lombarda, l’Ascoli ritroverà Riccardo Brosco, al rientro dopo la squalifica per diffida che lo ha tenuto fuori contro il Vicenza. Saranno da valutare, inoltre, le condizioni di Simone Sini, uscito nel secondo tempo della sfida del “Menti” a causa di un problema muscolare. Se dovessero essere confermate le prime impressioni non positive, vista anche la prolungata assenza di Oliver Kragl, al suo posto sarà chiamato in causa Sarzi Puttini.

VICENZA-ASCOLI 2-1 Quando sembrava fatta si riapre la voragine: Picchio punito dall’ex Padella (Tutte le foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X