Quantcast
facebook rss

Ascoli, Leali: «Sottil ha toccato
le corde giuste»
Saric: «Vittoria che fa morale»

SERIE B - Il portiere ancora decisivo: «Tre punti ottenuti grazie al sacrificio, dobbiamo continuare così e seguire il mister». Il centrocampista: «Il nuovo allenatore e Polito ci hanno tramesso quella cattiveria necessaria». Quaranta: «E' stata dura essere messo fuori squadra, ora mi sento coinvolto»
...

di Salvatore Mastropietro

A 68 giorni di distanza dall’ultimo successo, l’Ascoli può finalmente tornare a sorridere. La scossa tanto invocata dai vertici societari ha prodotto i suoi effetti grazie ad Andrea Sottil, che all’esordio sulla panchina bianconera riesce a conquistare il bottino pieno contro un avversario di livello come la Spal. La squadra che a Monza era apparsa quasi rassegnata al proprio destino ha questa volta fornito tutt’altre sensazioni, credendoci dal primo minuto e lottando su tutti i palloni nonostante i ben noti limiti tecnici.

Nicola Leali

Un Picchio che è riuscito a tornare alla vittoria ancora una volta grazie ad un super Nicola Leali, decisivo in un paio di occasioni nel respingere gli assalti della Spal. Il portiere 27enne ha parlato nel post partita ai microfoni di Dazn: «Abbiamo conquistato una vittoria importante grazie al sacrificio di tutta la squadra. Siamo stati bravi a combattere contro una squadra forte, ma sapevamo che da adesso in poi sarà sempre una battaglia. Non vincevamo da troppo tempo e da tanto non facevamo punti. Il mister ha toccato corde caratteriali ed era importante per noi, ora sta a noi continuare così e seguirlo. Per migliorare questa brutta classifica c’è da lavorare ancora tanto. Sabiri? Ha questo modo di calciare molto particolare, allenarmi con lui mi aiuta ad essere più pronto in certe situazioni».

Saric

Tra i migliori in campo c’è ancora una volta Dario Saric, che dopo un periodo di appannamento ha ripreso a garantire qualità e quantità in mezzo al campo: «Venivamo da un momento molto difficile. Le vittorie aiutano a dare morale e a lavorare con più serenità in vista del futuro. Se è stata la mia miglior partita? Non lo so, io guardo principalmente le cose da migliorare e penso che ce ne siano ancora molte. Il mister Sottil ed il ds Polito sono due persone di carattere, ci hanno dato quella carica che in campo si fa sentire. Oltre alla parte tattica che resta fondamentale, sicuramente sono riusciti a trasmetterci quella cattiveria che ci voleva in una gara come quella di oggi. Personalmente mi trovo bene a giocare in tutte le posizioni, ma è chiaro che la mezz’ala sinistra è la posizione che ho occupato di più in carriera ed è un po’ il mio ruolo principale. Miglioramento fisico? Credo che in tre giorni si possa lavorare poco fisicamente. Il cambiamento c’è stato più a livello mentale e lo abbiamo mostrato con questa prestazione».

Quaranta in azione contro il Monzl

In chiusura, nel post partita è intervenuto anche il difensore Danilo Quaranta. Finito fuori squadra con Valerio Bertotto, il centrale mancino è stato ripescato dal cilindro da Delio Rossi ed è stato riconfermato da Sottil al fianco di capitan Brosco: «Siamo molto felici della vittoria e, parlando da difensore, di averlo fatto senza aver preso gol. Quando c’è un cambio di allenatore c’è sempre uno scatto dal punto di vista mentale. Oggi siamo entrati in campo forti e aggressivi per tutti i novanta minuti. Vincere è sempre bello per il gruppo, ma dobbiamo capire che non abbiamo fatto ancora nulla. Sono stato reintegrato nelle ultime partite e mi sono fatto trovare pronto. Non è stato facile stare sempre fuori dal punto di vista psicologico, ma adesso mi sento parte del gruppo e coinvolto. Adesso dobbiamo prepararci ad affrontare l’Empoli con lo stesso spirito di oggi, solo così potremo pensare di fare risultato».

ASCOLI-SPAL 2-0 Il Picchio riprende il volo e si regala una grande vittoria: a firmarla sono Sabiri e Leali

Ascoli, Sottil esulta: «Questa vittoria è un’iniezione di autostima, dobbiamo creare un’identità»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X