Quantcast
facebook rss

Ascoli, la lotta salvezza
riparte da Cittadella:
il Picchio cerca conferme

SERIE B - Riprende dal "Tombolato" la corsa dei bianconeri contro un avversario temibile. Out Sabiri e Cavion, confermato il 4-3-2-1: ritorno di Kragl e qualche ballottaggio da risolvere. Venturato avverte i suoi: «Non sono più quelli di inizio campionato». Calcio d'inizio alle 14, arbitra Santoro
...

di Salvatore Mastropietro

Dopo circa dieci giorni senza calcio giocato, è di nuovo tempo di vigilia in casa Ascoli. La squadra bianconera sarà di scena al “Tombolato” di Cittadella per la diciottesima giornata del campionato di Serie B. Dopo un breve periodo di riposo, riprende dunque la lotta salvezza della compagine allenata da Andrea Sottil, che nelle ultime tre partite è riuscito a trasformare completamente il volto di un gruppo prima apparso a tratti spacciato. I tre punti in sette partite hanno riavvicinato l’Ascoli alla zona salvezza, ma resta ancora tanto da fare per schiodarsi dall’ultima posizione.

La squadra al lavoro al Picchio Village agli ordini di Sottil (foto Ascoli Calcio)

Gli ultimi giorni sono stati abbastanza caldi e intensi, purtroppo per dinamiche extra campo. Si stanno placando le polemiche nate in seguito alla positività al Covid di un tesserato del gruppo squadra, riscontrata al rientro dalle vacanze. Voci che hanno ceduto il passo in giornata alle tante esclusioni per scelta tecnica nella lista dei convocati per la trasferta veneta. L’Ascoli di mister Sottil dovrà essere brava a lasciarsi alle spalle tutti questi possibili condizionamenti esterni. L’avversario di domani è uno dei più in forma del momento ed uno dei più attrezzati della categoria grazie all’ormai ben nota organizzazione di gioco, come dimostra la terza posizione in classifica e le sole quattro lunghezze di distacco (con una partita in meno) dalla capolista Empoli.

Servirà, dunque, una prestazione di qualità e carattere da parte dell’Ascoli per cercare di portare via punti. Lo scorso luglio i bianconeri di Dionigi riuscirono ad espugnare il terreno veneto ottenendo una vittoria poi risultata decisiva nella corsa salvezza. La speranza è che anche stavolta, sebbene si sia giunti solo alla penultima giornata del girone d’andata, la sfida del “Tombolato” possa rappresentare uno spartiacque importante in vista del prosieguo della stagione.

Il gruppo bianconero dopo l’ultima partita

QUI ASCOLI – Negli ultimi giorni le voci di calciomercato hanno monopolizzato un po’ tutte le attenzioni dell’ambiente bianconero, come spesso accade in periodi senza calcio giocato. Gli arrivi di Pinna, Stoian e Bidaoui sono stati i primi colpi messi a segno dal direttore sportivo Ciro Polito, che ora si appresta a sfoltire la rosa in maniera importante. Sul campo, però, mister Andrea Sottil ha lavorato in maniera piuttosto intensa, alternando un programma di singoli allenamenti e doppie sedute per recuperare fin da subito brillantezza dopo la breve sosta della scorsa settimana.

Il tecnico 47enne spera che il gruppo continui sulla strada tracciata nelle prime tre partite della sua gestione. L’aspetto caratteriale e l’approccio alla partita saranno fondamentali, così come lo sarà il piano partita stabilito dallo staff tecnico. La sensazione è che si prosegua tatticamente con le soluzioni adottate nelle ultime uscite. L’ago della bilancia potrebbe essere rappresentato dall’assenza di Sabiri, che apre la strada a due scenari: continuare sulla strada del 4-3-1-2 con l’inserimento di Eramo da trequartista o il passaggio al 4-3-2-1 con ballottaggio tra Stoian e Cangiano sulla fascia sinistra.

Kragl e Cangiano, match winner della partita contro la Reggiana

Qualche dubbio da sciogliere per mister Sottil c’è anche in difesa e a centrocampo. Nel reparto arretrato davanti a Leali verrà riconfermata la coppia Brosco-Quaranta. Kragl sembra destinato a tornare titolare da terzino sinistro, mentre sulla corsia opposta il ballottaggio è a tre tra Pucino, Tofanari ed il nuovo arrivato Pinna. In mediana sicuri del posto Buchel e Saric, mentre si giocano una maglia da titolare Gerbo e Eramo. L’esperto centrocampista ex Entella e Benevento, tra le altre, resta come detto un’alternativa anche da trequartista. In avanti assieme a Bajic e Chiricò potrebbe esserci l’esordio di Stoian dal primo minuto o l’impiego di Cangiano in caso di tridente.

In tutto sono 23 i calciatori a disposizione di mister Sottil per la trasferta di Cittadella: Bolletta, Leali, Sarr, Avlonitis, Brosco, Corbo, Kragl, Pinna, Pucino, Quaranta, Tofanari, Buchel, Eramo, Franzolini, Gerbo, Lico, Saric, Bajic, Cangiano, Chiricò, Pierini, Stoian, Tupta.

L’unico indisponibile è Sabiri, mentre tutti gli altri assenti sono dovuti ad una scelta tecnica: Cavion, Spenlhofer, Donis, Vellios, Mallé, Sarzi Puttini, Sini, Ghazoini.

Venturato

QUI CITTADELLA – La squadra di Venturato, a differenza di quella di Sottil, ha potuto riposare qualche giorno in meno nelle ultime due settimane. Lo scorso weekend, infatti, il Cittadella ha disputato, vincendo con merito, un recupero sul campo della Reggiana, diretta concorrente per la salvezza dell’Ascoli. Le ultime settimane dei veneti sono state condizionate anche dai diversi casi di Covid riscontrati nel gruppo squadra, ma l’emergenza è praticamente rientrata.

Il Cittadella spera di dare continuità agli ultimi risultati, ma mister Venturato ha messo in guardia i suoi sui pericoli della partita di domani: «L’Ascoli ha avuto un inizio difficile, ha cambiato due allenatore. Ora però si sono ripresi ed hanno buone individualità. In questo campionato non esistono squadre che non possono metterti in difficoltà, per cui preferisco non guardare la classifica». I veneti dovranno fare a meno dello squalificato Adorni, ma per il resto potranno schierare gli elementi chiave del proprio 4-3-1-2. In evidenza anche un ex di turno come Christian D’Urso, passato in bianconero nella stagione 2017-2018.

Un altro ex Ascoli come Enrico Baldini, dopo due stagioni in Serie C al Fano, è ad un passo dall’approdo al Cittadella. E la squadra veneta negli ultimi anni è sempre stata molto… fortunata nelle scelte effettuate.

In tutto sono 22 i calciatori convocati da Venturato per la sfida di domani: Kastrati, Maniero, Perticone, Benedetti, Camigliano, Frare, Donnarumma, Ghiringhelli, Cassandro, Iori, Proia, D’Urso, Vita, Gargiulo, Branca, Pavan, Rosafio, Tsadjout, Grillo, Cissè, Tavernelli, Ogunseye.

LE PROBABILI FORMAZIONI

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Ghiringhelli, Frare, Perticone, Donnarumma; Proia, Iori, Gargiulo; D’Urso; Ogunseye, Tsadjout. Allenatore: Venturato.

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Pinna, Brosco, Quaranta, Kragl; Gerbo, Buchel, Saric; Chiricò, Cangiano; Bajic. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Santoro di Messina (assistenti Caliari e Di Monte, quarto ufficiale Robilotta).

Stadio: Tombolato, ore 14.

Serie B: si riparte con un mega spezzatino


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X