facebook rss

Ascoli, Eramo e Buchel all’unisono:
«Avremmo meritato il pareggio»

SERIE B - Al "Tombolato" i bianconeri tornano a perdere. Eramo: «Siamo arrabbiati, ci servono punti, peccato non aver segnato a inizio partita». Buchel: «La fortuna non ci ha assistito, da domani si volta subito pagina»

di Salvatore Mastropietro

Dopo aver cambiato volto nelle prime tre partite della gestione Sottil, l’Ascoli torna a perdere. L’undicesima sconfitta del proprio campionato è arrivata al “Tombolato” di Cittadella contro una compagine, quella di Venturato, ormai frequentatrice abituale dell’alta classifica. I bianconeri hanno disputato una buona partita per almeno un’ora di gioco, ma poi si sono abbassati troppo e si sono dovuti arrendere ad una zampata del neo entrato Tavernelli. Nessun dramma, comunque, per la squadra di Sottil, che dovrà subito voltare pagina e mettere nel mirino il Chievo prossimo avversario.

Mirko Eramo (foto Ascoli Calcio)

Nel post partita, oltre a mister Sottil, davanti ai microfoni del club si è presentato Mirko Eramo. Il centrocampista pugliese, dopo essere finito fuori rosa con Bertotto e Delio Rossi, è ora una valida soluzione per il centrocampo bianconero, dalla mediana alla trequarti: «Siamo arrabbiati per il risultato, credo che avremmo meritato il pareggio, non basta fare belle prestazioni, servono punti. Abbiamo affrontato una squadra forte e di livello, ma non abbiamo demeritato, sono gli episodi a decidere queste partite, ma questa volta non hanno girato a nostro vantaggio».

Sulla posizione da trequartista alle spalle di Tupta e Bajic: «Non è una posizione nuova per me, avevo ricoperto questo ruolo anche con Dionigi lo scorso anno, l’ho interpretata in base alle mie caratteristiche, mi sono trovato bene. Peccato per il risultato. L’occasione a inizio match? L’avevamo studiata in allenamento, il Mister aveva provato la situazione in cui la punta mi veniva incontro e io mi inserivo, peccato perché avremmo potuto sbloccare il risultato e magari sarebbe potuta finire diversamente».

Buchel (foto Ascoli Calcio)

Dello stesso parere di Eramo anche il compagno di reparto Marcel Buchel, che ha giudicato ingiusto il risultato del “Tombolato”: «C’è rabbia nello spogliatoio perché avremmo meritato il pareggio, che, fra l’altro, ci avrebbe consentito di allungare la striscia di risultati positivi. Sono stati più bravi gli avversari a sfruttare le occasioni. Abbiamo provato a creare gioco per tutto l’arco della gara, la fortuna non ci ha assistito, purtroppo è andata così, credo che le occasioni create da noi e da loro si equivalgano. Bisogna lavorare, possiamo migliorare molti aspetti, lo sappiamo, dobbiamo lasciarci alle spalle questa partita e iniziare a preparare la prossima».

Ascoli, primo ko per Sottil: «C’è rabbia per il risultato, avanti con questa mentalità»

L’Ascoli sconfitto 1-0 a Cittadella: restano rabbia e ultimo posto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X