facebook rss

Ascoli, c’è nero su bianco per Caligara
Il ds Polito lavora per Falzerano e Mosti

SERIE B - Ufficializzato l'arrivo in prestito dal Cagliari del centrocampista classe 2000: «Sono un jolly per mister Sottil». In entrata si continua a insistere per il centrocampista del Perugia e il trequartista della Juve Under 23. In uscita Pierini verso l'Umbria. Storie di ex: dopo Baldini, il Cittadella ingaggia pure Beretta

di Salvatore Mastropietro

Manca ancora qualche ora alla fine della sessione invernale di calciomercato. In casa Ascoli restano diverse situazioni da risolvere, motivo per cui il direttore sportivo Ciro Polito è molto attivo su più fronti. In entrata è arrivata l’ufficialità di Fabrizio Caligara in prestito secco dal Cagliari, ma resta l’intenzione di inserire almeno un’altra pedina a centrocampo. In uscita gli esuberi sono tanti e le prossime ore saranno decisive per cercare di piazzarli.

Fabrizio Caligara

UFFICIALE – Nel frattempo i bianconeri hanno depositato all’Hotel Sheraton di Milano, sede ufficiale del mercato, il contratto di Fabrizio Caligara, centrocampista classe 2000 di proprietà del Cagliari. Cresciuto nella Juventus, con cui ha anche esordito in Champions League nel 2017-2018, il giovane ha collezionato 12 presenze tra Serie A e Coppa Italia con la maglia dei sardi.

In B ha fatto esperienza nel corso del passato campionato con il Venezia di Dionisi. Caligara, arrivato già per mettersi a disposizione di Sottil, ha rilasciato le prime dichiarazioni da nuovo calciatore bianconero: «Sono una mezzala, destra o sinistra non fa differenza, prediligo un centrocampo a tre, ma ho giocato anche a quattro, come quest’anno al Cagliari con Mister Di Francesco. Quando ero nella Primavera della Juventus ho ricoperto per un anno anche il ruolo di centrale. Insomma, sono un jolly di centrocampo. Pinna, arrivato qui da poco, mi ha detto che si sta bene e inoltre il DS Polito mi ha cercato insistentemente attraverso il mio procuratore negli ultimi giorni».

Sui motivi che lo hanno spinto ad accettare l’Ascoli e sulle sue aspettative, Caligara ha aggiunto: «Conosco Mister Sottil attraverso il figlio Riccardo, mio compagno di squadra a Cagliari. Ritrovo all’Ascoli anche Corbo, col quale ho condiviso in passato l’esperienza nelle nazionali giovanili. Inizio questa nuova avventura con tanto entusiasmo, ancor più di quello che avevo prima, in questi mesi voglio dare tutto quello che ho per questa maglia, per i compagni e per la città. Sabato ho visto la partita, l’Ascoli ha disputato un ottimo match, si vede che la squadra ha voglia di raggiungere l’obiettivo, è stata una gara di carattere, vinta all’ultimo proprio grazie a questo. L’esordio in Champions a 17 anni? Una bella esperienza senz’altro, ma non l’ho mai vissuta come un punto di arrivo, dopo esperienze così bisogna trovare subito il binario giusto e mettersi in riga perché altrimenti rischi di tornare solo indietro e non andare avanti».

Marcello Falzerano

ALTRE TRATTATIVE – Il direttore Polito continua a valutare diverse piste per il centrocampo. Il primo nome sulla lista resta quello di Marcello Falzerano, vecchia conoscenza bianconera (ha giocato con l’Ascoli in Serie C nel 2013) attualmente di proprietà del Perugia. Gli umbri sono a loro volta interessati a Nicholas Pierini, ma le due situazioni non dovrebbero essere collegate. Per il centrocampista classe 1991 non c’è al momento una vera e propria trattativa, ma l’Ascoli conta di riuscire a convincere i biancorossi ed il calciatore nel caso la situazione dovesse sbloccarsi.

In entrata l’Ascoli ha anche effettuato un sondaggio per Nicola Mosti, trequartista di proprietà del Monza attualmente tra le file della Juventus Under 23. La concorrenza per il classe 1998 è, tuttavia, abbastanza folta: Brescia e Pordenone si sono mosse con lieve anticipo e potrebbero spuntarla.

Cavion

Nelle prossime ore verrà definito anche il futuro di Michele Cavion. Il Brescia deve decidere se affondare o meno il colpo. Se non dovesse arrivare un’offerta giudicata congrua dai bianconeri, non è escluso che il calciatore possa restare da separato in casa fino alla scadenza del contratto (per poi accasarsi da luglio alla Salernitana). Restano in uscita anche Spendlhofer, Vellios e Tupta, oltre che i giovani Tassi e Lico.

CURIOSITA’ – Nel frattempo il Cittadella si è assicurato dal Padova un ex bianconero come Giacomo Beretta. Il calciatore scuola Milan, svicolato dall’Ascoli lo scorso ottobre, è stato coinvolto in uno scambio con Karamoko Cissé. Nella squadra di Venturato, Beretta ritroverà anche un ex compagno come Enrico Baldini, acquistato due settimane fa dal Fano. Il Cittadella negli ultimi anni è riuscito a valorizzare diversi elementi semi-sconosciuti o finiti da tempo nel dimenticatoio. Chissà che ciò non possa verificarsi anche stavolta con due calciatori che all’Ascoli hanno reso – complici diversi problemi fisici – al di sotto delle aspettative.

Mercato Ascoli: si chiude per Caligara, l’idea è l’ex Falzerano, la Spal ci prova per Kragl


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X