Quantcast
facebook rss

Samb, battere subito l’Imolese
per spazzare via
la delusione di Mantova

SERIE C - Nonostante la doppia superiorità numerica, per i rossoblù un solo punto al "Martelli". Mercoledì 17 nel turno infrasettimanale obbligati a vincere in vista dei match in rapida successione contro Modena, Sud Titrol e Perugia. Rientrano Angiulli, D'Angelo, Cristini e D'Ambrosio
...

Montero a Mantova (foto Sambenedettese Calcio)

di Benedetto Marinangeli

«In undici contro nove ci siamo fatti prendere dall’ansia di vincere la partita». Questo il commento di Paolo Montero all’ 1-1 di Mantova. Ansia, però, è un termine largamente usato per indicare un complesso di reazioni cognitive, comportamentali e fisiologiche che si manifestano in seguito alla percezione di uno stimolo ritenuto minaccioso e nei cui confronti non ci riteniamo sufficientemente capaci di reagire.

Ma sicuramente Montero non si riferiva a questo particolare stato d’animo, anche perché non conosce le mille sfaccettature della lingua italiana, ma alla frenesia che ha portato la Samb a perdere di lucidità nel momento in cui doveva fare valere la superiorità numerica in campo.

Purtroppo così non è stato. Con gli otto calciatori del Mantova chiusi nella propria trequarti, i rossoblù avrebbero dovuto giocare in ampiezza, come si è soliti dire nel calcio moderno e cioè allargarsi sulle fasce, mettendo così in difficoltà la retroguardia virgiliana. Ed invece nulla di tutto ciò. Uno sterile possesso palla con Lescano e Padovan che non hanno ricevuto un pallone e con Botta che si è intestardito a portarlo tra i piedi per cercare la soluzione personale. Certo, il numero dieci rossoblù è il valore aggiunto della Samb ma deve anche capire che ci sono pure i compagni ed il gioco di squadra che possono dargli una mano per risolvere la partita.

Rossi (foto Sambenedettese Calcio)

Insomma al “Martelli” è stata sprecata una grande occasione per tornare a casa con i tre punti, con la Samb che così scivola al settimo posto in classifica sorpassata da Feralpisalò e Triestina. E mercoledì i rossoblù torneranno di nuovo in campo per il turno infrasettimanale per ospitare l’Imolese squadra in crescita, reduce da due vittorie consecutive ma che domenica scorsa ha riposato a causa della neve che ha impedito lo svolgimento della gara con il Fano.

Montero recupererà gli squalificati Cristini, D’Ambrosio, Angiulli e D’Angelo e quindi avrà ampia scelta. Ancona out Maxi Lopez, e con Shaka Mawuli e Lavilla che hanno chiuso con largo anticipo la stagione. Insomma potrà schierare contro i romagnoli la miglior formazione per provare a centrare il ritorno alla vittoria.

Botta ha segnato (foto Sambenedettese Calcio)

I tre punti saranno fondamentali per affrontare con maggiore consapevolezza il terribile trittico di gare che attende la Samb. Domenica prossima ecco la trasferta di Modena, poi i rossoblù ospiteranno il Sud Tirol e chiuderanno il ciclo in casa del Perugia. Insomma per Maxi Lopez e compagni è arrivato il momento della verità.

Domani classica seduta di rifinitura al “Samba Village” con Montero che valuterà l’assetto giusto da opporre all’Imolese. E’ possibile che il tecnico uruguagio dia un turno di riposo a Rossi che ha disputato l’intera gara di Imola, denotando buone qualità tecniche e dinamiche, nonostante fosse la prima partita dopo oltre un anno di stop.

ARBITRO – Per dirigere Samb-Imolese è stato designato Mario Perri di Roma, assistenti Matera e Giuggioli, quarto ufficiale Pashuku di Albano Laziale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X