facebook rss

Il richiamo della montagna:
in tanti hanno risposto “Si”
(Le foto)

MONTAGNA - I tecnici del Soccorso Alpino, sezione di Ascoli: «La prevenzione e la sicurezza sono un obbligo morale». «La rinuncia non è mai una sconfitta ma una scelta responsabile». Ecco i loro consigli per scongiurare rischi inutili

Forca di Presta

Difficile resistere al richiamo della montagna in un giorno come oggi, 20 febbraio, con il sole e le temperature quasi primaverili.

In molti hanno risposto “Si” e si sono inerpicati sulle pendici del Vettore, di buon ora, per non perdere la luce. E’ sempre inverno ed è meglio riavvicinarsi a casa quando il sole cala, a metà pomeriggio.

Ecco quindi i consigli dei volontari del Soccorso Alpino, sezione di Ascoli, oggi pronti a qualsiasi evenienza al rifugio Zilioli.

«La prevenzione – dicono il responsabile Enrico Alberti  e l’addetto stampa Simone Alessandrinie la ricerca di un livello ragionevole di sicurezza sono un obbligo morale.

Naturalmente la sicurezza va interpretata come un dovere irrinunciabile senza creare illusioni e false garanzie sui rischi. 
Noi del Soccorso Alpino e Speleologico, che amiamo e difendiamo la libertà di frequentare la montagna, siamo sempre pronti ad intervenire.

Ma sempre e comunque cerchiamo di tenere in mente che ogni incidente in montagna aggrava la mole di lavoro non solo per i nostri tecnici ma anche per l’intera Sanità, impegnata nel fronteggiare l’emergenza Covid-19.
Per questi motivi ricordiamoci di  indossare calzature adeguate ed abbigliamento idoneo, specie in ambiente invernale.
Se si incontrano tratti ghiacciati e non si hanno piccozza e ramponi, è necessario cercare un percorso alternativo o tornare indietro. La rinuncia non è mai una sconfitta ma una scelta responsabile. 
Non bisogna partire troppo tardi e prima è d’obbligo osservare sempre le previsioni meteo.

E’ buona cosa riferire sempre il percorso che si intende affrontare e l’itinerario prescelto ad amici e familiari.
Dovete portare con coi il cellulare carico, meglio se accompagnato da un power bank, in modo da poterlo utilizzare in caso di necessità.

Buona montagna a tutti».

m.n.g.

Davide Maccario, Valeria Manetta ed Erica Panzetta


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X