facebook rss

Ascoli Primavera,
a Torino un’altra goleada:
la Juventus cala il poker

CALCIO GIOVANILE - Non c'è storia per i ragazzi di Seccardini sul campo dei giovani della Juve. Due gol nel primo tempo e tre nel secondo permettono ai padroni di casa di conquistare una vittoria ampissima

di Salvatore Mastropietro

Continua in modo inesorabilmente negativo l’esperienza dell’Ascoli nel campionato di Primavera 1. Sul campo della Juventus i ragazzi allenati dal duo Seccardini-Stallone sono tornati a perdere in modo piuttosto pesante (5-0). Troppo diversi i valori in campo tra i giovani del Picchio e quelli della Vecchia Signora, abili a indirizzare il match già nella prima frazione. Nel prossimo weekend l’Ascoli dovrà provare a riscattarsi fin da subito contro la Spal, che da neopromossa sta avendo un ruolino di marcia decisamente più positivo dei bianconeri.

Mister Seccardini e Manuel Alagna

CRONACA – Ritmi bassi nella prima parte del match. La prima squadra a farsi vedere è la Juventus al 6’ con una conclusione rasoterra di Da Graca, abilmente bloccata da Bolletta in presa bassa. Al 12’ ci prova Miretti, che calcia alto da buona posizione dopo aver superato Ceccarelli in tunnel. Per il numero 8 dei padroni di casa sono solo le prove generali per il gol, che arriva al minuto 15 con una splendida traiettoria su calcio di punizione che si infila sotto l’incrocio dei pali. L’Ascoli prova a riversarsi nella metà campo avversaria, senza però trovare il guizzo necessario. Al 29’ Franzolini va alla conclusione dal limite dell’area, ma il suo tiro diventa facile preda di Garofani. Due minuti dopo Bolletta è miracoloso su un tentativo ravvicinato del bomber avversario Da Graca. Partita piuttosto vivace nella parte finale della ripresa. Al 33’ Intinacelli raccoglie in area e di destro non trova di un soffio lo specchio della porta. Sul finale di frazione Alagna fallisce una bella occasione da pochi passi sugli sviluppi di corner, ma – come il calcio insegna – pochi secondi dopo l’inerzia si trasforma nel classico “gol sbagliato, gol subito”. Al 44’ Pulsoni stende in area Iling jr e dal dischetto Barrenechea è freddissimo nello spiazzare Bolletta.

Nella ripresa prova subito a riaprirla l’Ascoli. D’Agostino al 52′ scarica un mancino da buona posizione, ma Garofani è attento in presa bassa. Qualche minuto dopo i ragazzi di Seccardini vengono graziati da Bonetti, che da due passi prova un improbabile pallonetto. Il 3-0 arriva poco dopo con il solito Da Graca, che – su assist di Soule – non può fallire a tu per tu con Bolletta. Rivoluziona la gara intorno al minuto 60 mister Seccardini. Dopo appena una lancetta, il neo entrato Izzo è costretto a lasciare il campo in barella per un brutto colpo al ginocchio. La Juventus entra in pieno controllo nel match e gestisce i ritmi di tutta la mezz’ora finale. A cinque minuti dal 90′ arriva addirittura il 4-0 con Cerri, che a tu per tu salta Bolletta e deposita in rete. In pieno recupero i giovani di casa arrotondano sul 5-0 grazie a Sekularac.

JUVENTUS (4-4-2): Garofani; Mulazzi, de Winter, Riccio, Ntenda; Soule, Miretti, Barrenechea, Iling; Bonetti, Da Graca.

ASCOLI (4-3-1-2): Bolletta; Lisi, Pulsoni, Alagna, Gurini; Ceccarelli, Olivieri, Franzolini; Riccardi; D’Agostino, Intinacelli. Allenatore: Seccardini.

Arbitro: Tremolada di Monza.

Reti: 15’pt Miretti, 44’st Barrenechea, 12’st Da Graca, 40’st Cerri, 45’st Sekularac.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X