facebook rss

Focolaio alla Sant’Agostino,
bimbi pronti a tornare in classe
«Massima attenzione come sempre»

ASCOLI - Due le classi dell'Infanzia finite in quarantena, il contagio partito dai bambini. La dirigente Bellini: «Molti genitori scelgono di non riportare i figli a scuola per non correre il rischio di non potersi muovere da casa»

di Stefania Mistichelli 

Stanno per rientrare, nella scuola di Sant’Agostino, le classi finite in quarantena quasi quindici giorni fa, dopo l’unico cluster dovuto al Covid finora verificatosi nell’Isc Ascoli Centro.

La dirigente dell’Isc Ascoli Centro Valentina Bellini

«Non era mai successo, abbiamo avuto sempre un solo bambino positivo per classe, perché a scuola l’attenzione è massima -spiega la dirigente Valentina Bellini-. In pratica due bambini hanno contagiato alcune persone, compresa qualche maestra. Per la precisione, siamo partiti con due casi in una classe e un caso in un’altra qualche giorno dopo, quindi le classi sono andate in quarantena».

«Poi, durante la quarantena, si sono positivizzati altri bambi; c’è stato in pratica un accavallarsi di casi, che sono venuti fuori in giorni diversi prosegue-. Attualmente ci sono due classi dell’infanzia in quarantena, e all’interno di queste c’è stato un avvicendarsi di positività. Si tratta dell’unico caso in cui più di un bambino per classe si è ammalato, secondo me perché alcuni hanno partecipato a delle attività fuori dalla scuola. Oramai la quarantena sta per finire e le classi stanno per rientrare, tranne ovviamente i casi positivi. Infatti, so che qualche altro bambino in questi giorni ha scoperto di essere positivo, a più di dieci giorni dalla quarantena, ma in questo caso oramai la scuola non è più coinvolta».

Quarantena quasi finita, quindi, e nei prossimi giorni i bambini potranno tornare in classe.

«Sì, potranno rientrare – conclude Valentina Bellini – ma quello che voglio evidenziare è che tanti genitori dei bambini dell’infanzia hanno scelto, e sicuramente sceglieranno, di non riportare i bambini a scuola, non tanto per paura che si ammalino, quanto per non correre il rischio di andare in quarantena e di non potersi muovere di casa per venti giorni».

Nelle Marche 182 classi in quarantena, prezzo più alto per infanzia e primaria




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X