Quantcast
facebook rss

L’uscita di Comunanza dall’Unione
dei Sibillini: «Non è tempo di polemiche
ma di ragionare da territorio»

MONTAGNA - Il commento dei  sindaci di Force (Amedeo Lupi), Montedinove (Antonio Del Duca) e Montefortino (Domenico Ciaffaroni), alla decisione di Alvaro Cesaroni e della sua Giunta e che diventerà effettiva dal primo gennaio
...

 

di Maria Nerina Galiè

«Non è tempo di polemiche ma di fare squadra e ragionare da territorio e non come singoli comuni»: è questa la frase che accomuna alcuni sindaci dell’Unione Montana dei Sibillini a commento dell’ormai prossima uscita di Comunanza, deliberata a giugno per diventare effettiva dal primo gennaio 2022. Rimarranno 1o Comuni, di cui 6 del Fermano (Amandola, Montefalcone Appennino, Montefortino, Montelparo, Santa Vittoria e Smerillo) e 4 del Piceno (Force, Montemonaco, Montedinove, Rotella). 

Amedeo Lupi

Amedeo Lupi è sindaco da pochi mesi di Force. Ecco la sua riflessione: «Premetto che, quando sono diventato sindaco, Comunanza aveva già deliberato in consiglio comunale di uscire dall’Unione dei Sibillini. Quindi non conosco le motivazioni specifiche.
Credo tuttavia che, specialmente in questo periodo, dove verranno assegnati ai territori molti fondi, i Comuni dovrebbero collaborare più che mai per fare progetti unitari e condivisi e non separarsi.

Dovremmo condividere le nostre idee e fare progetti unici per l’intera area montana, unendo realtà ascolane e realtà fermane visto che siamo per lo più comuni limitrofi, caratterizzati dalle stesse necessità.
Sul fatto che, del versante Piceno, restiamo in 4 credo cambi poco rispetto ad oggi.

L’importante è ragionare da territorio e non come singoli comuni.
Pensare di entrare a far parte dell’Unione del Tronto e Valfluvione, anche noi se dovesse entrarci Comunanza?

Anche queste sono decisioni da condividere con gli altri. Se ognuno di noi si muove in maniera autonoma, senza tenere in considerazione gli altri, viene meno il senso stesso dell’Unione tra enti». 

Antonio Del Duca, sindaco di Montedinove

Il sindaco di Montedinove, Antonio Del Duca, ha visto nascere, crescere e perdere pezzi all’Unione Montana dei Sibillini e, nonostante l’uscita del Comune più grande dei 5 del Piceno, «non vedo il motivo perché dovrei lasciarla in questo momento di difficoltà».

«Non è una operazione saggia – aggiunge il primo cittadino di Montedinove – disgregarsi. Spero invece, con una successiva legge, che le due provincie di Ascoli e Fermo, ciascuna con solo 150.000 abitanti, possano essere di nuovo accorpate, per irrobustirsi e contrastare anche questa assurda divisione, di fronte alla quale, a rimetterci sono stati solo i cittadini a dispetto di qualche politico egoista.
Forse tra un po’ leggerò titoli di giornali del tipo: “Comunanza città del Tronto e non più dei Sibillini”. Bella frase con la popolazione sicuramente all’oscuro di tutto». 

Domenico Ciaffaroni, sindaco di Montefortino

Non si fa attendere la sferzata di Domenico Ciaffaroni, sindaco di Montefortino: «Ritengo che la decisione di Cesaroni sia una cosa gravissima e, per certi versi, incomprensibile. Perdere dei pezzi è deleterio per tutti. C’è da dire però che, se Comunanza ha le industrie, noi abbiamo il turismo da sostenere.

Ma non è questo il momento di fare polemiche. Bisogna piuttosto guardare al futuro e fare squadra, massa critica per captare risorse ed invertire spopolamento dei comuni montani. Concetto che lo stesso Cesaroni ha sempre ribadito.

E’ il tempo di lavorare, per i Pnrr ci siamo organizzati, creando una delegazione di Comuni montani che comprende anche quelli dell’Unione del Tronto e Valfluvione.

La Pedemontana, per dirne una, si sta concretizzando. Arriverà fino ad Amandola per ora. Va bene, è determinante. Ma deve arrivare fino alla Salaria.

A distruggere non ci vuole niente. Basta un terremoto e lo abbiamo visto. A ricostruire, invece, è faticoso. Dobbiamo darci da fare, tutti insieme, e dobbiamo fare presto».

Unione dei Sibillini, Comunanza fuori dal primo gennaio: nessun passo indietro da parte di Cesaroni

Comunanza esce dall’Unione Montana dei Sibillini, il sindaco: «Nel tempo si è rivelata inutile»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X