Quantcast
facebook rss

Tenta la rapina al bar ma non fa i conti con il coraggio di un cliente: arrestato un 50enne

SAN BENEDETTO - Preso di mira il Bar Santa Lucia a Porto d'Ascoli. L'uomo, conosciuto alle Forze dell'ordine, ha prima chiesto i soldi poi, al rifiuto, si è impossessato del registratore di cassa ed ha tentato la fuga. Ma è stato bloccato da un cliente che l'ha poi consegnato ai poliziotti del locale Commissariato. Ora si trova nel carcere ascolano del Marino
...

 

Un cliente senza dubbio da tenersi caro quello che oggi, lunedì 25 aprile, ha sventato la rapina al Bar Santa Lucia di Porto d’Ascoli. E’ accaduto che cinquantenne, residente nella zona, ha prelevato il registratore di cassa del bar dopo che la donna, che si trovava dall’altra parte del bancone, si è coraggiosamente rifiutata di consegnargli il denaro che lui gli aveva chiesto con fare minaccioso.

 

Il Commissariato di San Benedetto

L’uomo, all’apparenza un normale cliente, era seduto ad un tavolo fuori dal locale. Dopo un pò è entrato dentro per mettere in atto quello che aveva in mente. Non aveva armi, ma comunque in mano brandiva una bottiglia di vetro. Dopo il rifiuto e dopo essersi impossessato del registratore di cassa, è fuggito all’esterno ma si è imbattuto in un cliente, in questo caso “vero”, che gli ha sbarrato la via di fuga cercando di bloccarlo. 

 

A quel punto il cinquantenne è rientrato nel bar cercando di svignarsela da un’altra uscita, ma non ha fatto i conti con il coraggioso cliente che gli è corso dietro bloccandolo stavolta definitamente. Nel frattempo la donna ha allertato le Forze dell’ordine e sul posto, dopo pochi minuti, è giunta una Volante del Commissariato di San Benedetto che lo ha portato via.

 

L’uomo, conosciuto dalle Forze dell’ordine ma che non aveva mai commesso atti del genere, è stato condotto in Commissariato e poi trasferito al carcere ascolano di Marino del Tronto dove si trova a disposizione della Procura della Repubblica di Ascoli.

 

Andrea Crucianelli, dirigente del Commissariato di Polizia

E’ un momento decisamente no per i pubblici esercizi di Porto d’Ascoli. Prima di questo episodio, infatti, nei giorni scorsi c’erano state altre due rapine ai danni di una tabaccheria di Via Monfalcone e di un negozio di Via Calatafimi.

 

«Ci stiamo lavorando» dice Andrea Crucianelli, il dirigente del Commissariato di Polizia che ha in mano tutti e tre i casi e sta svolgendo le indagini per vedere se c’è un collegamento tra i due precedenti colpi ed eventualmente anche con questo di oggi.

 

A.Fer.

 

Armato di coltello rapina tabaccheria: la titolare al Pronto Soccorso


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X