Quantcast
facebook rss

Nuovo ospedale, tuona Luciani: «Non parliamo di una bocciofila, deve dare risposte a tutto il Piceno»

SANITA' - Non usa mezze parole il presidente dell'Unione  dei Comuni della Vallata che chiede la convocazione della Conferenza dei sindaci. «Il tema è importante per i cittadini dell'intero  territorio e se ne deve discutere non solo in un Consiglio comunale di una città che, per quanto importante, è solo parte di esso»
...

Il sindaco di Spinetoli e presidente dell’Unione di Comuni della Vallata, Alessandro Luciani

 

«Sull’ospedale nuovo di San Benedetto, il governatore della Regione Marche, Francesco Acquaroli, conferma che non conviene rimettere mano a una struttura preesistente ma è bene farne una nuova. Smentendo così l’ex sindaco Pasqualini Piunti».
Ad intervenire sul dibattuto tema, affrontato ieri, 12 maggio, nel Consiglio comunale aperto che si è tenuto nella città rivierasca, il presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata, Alessandro Luciani.

 

«Non c’era nulla da scoprire, bastava soffermarsi sull’analisi costi-benefici effettuata anni fa dai dirigenti regionali».
Il presidente e sindaco di Spinetoli ricorda l’esperienza della sua Amministrazione per le scuole nuove, definendola senz’altro lunga ma decisamente più efficiente.

 

Il nuovo ospedale a San Benedetto?
«Questo – continua Luciani – è tutto da valutare. Si riunirà la conferenza dei sindaci del territorio, e si dovranno fornire documentazioni, presentare degli atti e ribadire o valutare di nuovo dei criteri fondamentali per scegliere l’area dove potrà nascere il nuovo ospedale. Andrebbe bene anche San Benedetto, basta che la scelta non sia meramente politica.

 

L’ospedale non è una bocciofila e deve dare risposte a tutta la comunità del Piceno. Il nostro territorio si merita di più: che ci siano le condizioni per una struttura adeguata al bacino di utenza (nel vecchio progetto c’erano 20 ettari a disposizione), che sia raggiungibile facilmente da tutto il territorio e per questo sarebbe bene che sorgesse nei pressi dell’autostrada ed inoltre con possibilità di collegamenti alle direttrici della mobilità pubblica (treni, bus)».

 

Luciani continua ribadendo «l’assoluta necessità di riprendere un dialogo e confronto all’interno della Conferenza dei sindaci» e invita il sindaco di Ascoli  a convocarla al più presto.

 

«La Sanità – conclude Luciani – e la sua organizzazione territoriale è il tema più importante per i cittadini di tutto il nostro territorio e se ne deve discutere non solo in un Consiglio comunale di una città che, per quanto importante, è solo parte di esso».

Ospedale di primo livello su due plessi: la conferma di Saltamartini in Consiglio comunale

Sanità, Anna Casini (Pd): «Piceno condannato a non avere un nuovo ospedale di primo livello, esattamente come oggi»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X