Quantcast
facebook rss

Rsu di Area Vasta 5, ecco la Cgil: «Basta ostruzionismo, è ora di mettersi a lavoro»

ASCOLI - Sulla diariba generata dalle elezioni della nuova rappresentanza sindacale, interviene la segretaria generale di Cgil Fp, Viola Rossi che parla di «millantare il complotto» e smentisce «le enormi menzogne dicharate da alcuni sindacati autonomi»
...
Rsu in Area Vasta 5 storia infinita? Vedremo. Dopo le elezioni della nuova rappresentanza sindacale, c’è stato l’attacco frontale sferrato dal Nursind (Mauro Pelosi), quindi la replica della Cisl (Giorgio Cipollini), poi l’intervento dell’Usb (Mauro Giuliani). La lista non è finita, ma tra coloro che mancavano all’appello c’è la Cgil, che ora interviene, a proposito delle ultime accuse mosse dalla Rsu Usb, con Viola Rossi, segretaria generale della Funzione pubblica.

Viola Rossi

«Pur non volendo dare spazio a inutili diatribe mediatiche, costruite con l’unico fine della propaganda, per la Cgil Fp corre l’obbligo smentire le enormi menzogne dichiarate da alcuni sindacati autonomi. Quando si dichiara che il regolamento Rsu appena approvato viene meno alla normativa nazionale, si dice il falso. In nessun punto del regolamento si deroga all’adozione delle decisioni a maggioranza, tant’è che lo stesso è stato approvato proprio secondo tale principio democratico.

Debbo inoltre evidenziare – aggiunge la Rossi – che addirittura in fase di insediamento della Rsu regolarmente convocata e con ordine del giorno stabilito, alcuni membri eletti non si sono neppure presentati. Si continua a millantare il complotto, ma forse si dimentica che proprio in virtù di un principio democratico, quei pochi voti contrari non sono sufficienti per respingere la decisione di un organismo composto da trenta membri.

Le sceneggiate di vittimismo di alcuni sindacati autonomi, che non firmano i contratti nazionali ma ne pretendono l’applicazione, pur sapendo che non sono legittimati a sottoscrivere i contratti integrativi del caso, sono oltretutto offensive per gli stessi lavoratori dal momento in cui, detti sindacati, scelgono di distinguersi a priori solo per mera visibilità, facendo del bieco ostruzionismo sull’operato della Rsu che invece dovrebbe unitamente affrontare gli innumerevoli problemi che affliggono il comparto.

In definitiva – conclude la segretaria di Cgil Fp – faccio appello a queste sigle perché interrompano immediatamente questa campagna mediatica ed inizino a lavorare per il miglioramento delle condizioni dei lavoratori dell’Area Vasta 5».

 

Rsu in Area Vasta 5, l’Usb: «Il regolamento non prevede quanto sancito dalle normative nazionali»

Rsu di Area Vasta 5, la Cisl risponde al Nursind: «Dichiarazioni che sconcertano»

Rsu di Area Vasta 5: «Il “cartello” si è accaparrato coordinamento e segreteria»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X