Quantcast
facebook rss

Via delle Canterine: la proteste non si placano (Il video)

ASCOLI - Secondo giorno di caos nell'ex tranquilla parallela di Lungotronto, dove il traffico è ora paragonabile a quello di un'autostrada nei giorni da bollino nero. Flusso veicolare continuamente bloccato a causa di un cantiere. Le lamentele di utenti e residenti
...

 

 

di Andrea Ferretti

 

Rispetto al giorno di esordio della viabilità rivoluzionata in centro, cioè ieri giovedì 16 giugno, oggi venerdì la situazione non è migliorata di molto in Via delle Canterine, la parallela di Lungotronto diventata lo sfogo del traffico proveniente da Corso Trento e Trieste per lasciare il centro di Ascoli.

 

C’è la presenza degli agenti della Polizia Municipale. Molte delle auto parcheggiate sono sparite per i cartelli di divieto che il primo giorno c’erano ma non si vedevano o facevano finta di non vedere. L’assurdo, però resta la presenza di un cantiere che tra l’altro è lì da tempo memorabile.

 

Un cantiere che quasi dimezza lo carreggiata percorsa da scooter (ci passano), auto (qualcuna a malapena), furgoni e camion (molto a fatica). E tutti sanno, e sapevano bene anche prima dell’ordinanza, che in mattinata sono numerosi nel centro della città i furgoni del famoso “carico e scarico” che trasportano merce per rifornire i negozi.

 

La conseguenza è il flusso veicolare continuamente bloccato e i pedoni impossibilitati a smaterializzarsi o a trasformarsi in gechi arrampicandosi sui muri.

 

In redazione ci sono giunte molte segnalazioni e proteste sia di residenti che di chi è finito nell’imbuto.

 

La soluzione è armarsi di pazienza. Il consiglio è sperare che i lavori vengano conclusi prima possibile. 

 

Il cantiere quasi all’angolo Via delle Canterine-Corso Trento e Trieste

 

L’assurdo caso di Via delle Canterine trasformata di colpo nella strada più pericolosa della città (Le foto)

Lavori rifacimento piano stradale: come cambia la viabilità in centro


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X